Cerca nel blog

Traduci - seleziona lingua

Focaccia di Recco





Un' ottima alternativa alla classica pizza è la "focaccia di recco" (http://focacciadirecco.it/) .
Quasi un piatto completo perchè  costituita da un impasto tipo pizza (ma senza lievito) e da un ripieno di formaggio fresco che può essere stracchino o crescenza (in Liguria viene usato un formaggio particolare).
La mia ricetta preferita per questa focaccia l'ho presa dal libro "Pane e roba dolce" delle sorelle Simili ed è questa :

Ingredienti
250 gr farina 00
125 g di acqua (circa)
25 g di olio d'oliva
3 g di sale
300 gr di stracchino
1-2 cucchiai di latte
a piacere 2/3 cucchiai di pecorino o parmigiano grattugiati

Si impastano tutti gli ingredienti tranne il formaggio in una ciotola, deve risultare abbastanza morbido, ma non appiccicoso. Si formano due filoncini e si fanno riposare per 15/20 minuti.
Intanto si mescola il formaggio con il latte e a piacere il pecorino o il parmigiano.
Poi col matterello si tirano i filoncini formando due rettangoli sottili abbastanza grandi da ricoprire una teglia 30X40 cm .
Si unge il fondo della teglia o si mette sotto la carta da forno e si dispone il primo rettancolo, poi si spalma sopra tutto il formaggio senza fuoriuscire dai bordi. Sopra si dispone l'altro rettangolo di pasta facendo aderire bene i bordi.
 A questo punto si spennella la superficie con olio d'oliva e si praticano dei fori sopra utilizzando la punta di un coltello e sollevando leggermente la pasta.

Ora basta infornare e cuocere a 210°c per 15-20 minuti.
 Io ne ho fatta una versione tonda perchè avevo formato due dischi di pasta anzichè due rettangoli.

Il risultato sarà una focaccia molto morbida e sottile che va tagliata a rettangoli con le forbici.

Muffin al cioccolato

muffin al cioccolato


Se siete golosi i muffin vanno sempre bene. 
A colazione per iniziare al meglio la giornata, a merenda per fare uno spuntino super goloso e anche come dessert a fine pasto.
Il classico dei classici è il  muffin al cioccolato! Pochi sanno resistere e come tutti i muffin è davvero facile e veloce da preparare.

Gli ingredienti per 12 pz. :
1 uovo
250 ml latte
3 cucchiaini di lievito per dolci
70 gr burro fuso
100 gr cioccolato fondente sminuzzato
250 gr farina 00
20 gr cacao amaro
........e già manca lo zucchero nella lista ingredienti!!
125 gr zucchero semolato


Procedimento :
Mescolare gli ingredienti liquidi in una ciotola e le polveri, il cioccolato a pezzetti e il lievito in un'altra ciotola.
A questo punto unire le polveri alla parte liquida mescolando gli ingredienti, giusto il tempo di rendere il composto omogeneo, non importa che sia perfettamente liscio, anzi, la caratteristica dei muffin è che vanno mescolati poco e il composto in genere rimane anche un po' grumoso.
Versare nella teglia per muffin imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 180° per  circa 20 minuti.
Quando si saranno raffreddati spolverare di zucchero a velo o cacao amaro a vostro piacimento.

P.s. Fate attenzione perchè se usate dei pirottini troppo bassi verranno fuori più di 12 muffin . . . 

Filetti di orata ai profumi dell'orto

Avete mai sfilettato un pesce? 
Beh a me capita spesso! Cucinare dei filetti è molto più rapido e comodo e poi non mi piace comprare pesce già sfilettato : non sai mai se è fresco oppure no. Invece se vedi la testa, gli occhi le branchie e tutto il resto ti puoi regolare meglio.
Qualche sera fa stavo sfilettando le orate e mi sono trovata alle prese con uno dei tanti perchè di mia figlia di tre anni e questa è la scena che ne è seguita (ai miei amici di fb l'ho già raccontata) :


Sono in cucina e sto preparando la cena : filetti di orata.
Arriva mia figlia, 3 anni,  e dice - “mamma che stai facendo?”-
io  -“ pulisco il pesce per la cena”-
allora  lei guarda con più attenzione quello che faccio ( io indosso guanti usa e getta, ho in mano un grosso coltello per sfilettare e lo infilo nella pancia del pesce)
e lei tutta allarmata  -“ noooo, mamma felmati! Così lo uccidi!”-
a quel punto non so se ridere o piangere perché , giuro, a me  fa proprio schifo pulire il pesce e mi fa pure un po’ impressione se penso che prima era vivo
e le dico - “ ma amore mamma non lo sta uccidendo, vedi! È già morto! “-
allora lei ancora più perplessa guarda meglio gli occhi aperti del pesce
 e mi chiede - “e pecché è molto(morto)?” -
 sì perché i bambini ‘sto perché (pecchè) lo mettono proprio ovunque e  tu a volte non sai che cavolo rispondere
però è lei stessa a cavarmi d’impiccio perché dopo un momento di riflessione in cui fa una faccina tutta seria mi dice  - “aaahh ho capito! È molto pecché se lo mangio vivo mi nuota nel pancino nel  latte che ho bevuto plima!” -
e questa è la filosofia di vita di una bambina di tre anni ! e io tiro un sospiro di sollievo perché per questa volta non  mi devo arrovellare  il cervello per cercare una risposta diplomatica e a misura di bambino .

Ma veniamo alla ricetta semplice leggera e molto facile da realizzare.


Ingredienti :
2 orate di media grandezza (circa 350 gr l'una), oppure 4 filetti
2 zucchine
2 peperoni
1 melanzana
1/2 scalogno
sale q.b.
pepe bianco
prezzemolo 
timo
vino bianco 4 cucchiaini

Preparazione :
Se avete le orate intere sfilettatele e una volta ottenuti i filetti disporli su una teglia ricoperta di carta da forno e versare una spruzzata di vino bianco su ognuno. A questo punto insaporire con sale, pepe, prezzemolo e olio d'oliva.

Lavare e tagliare peperoni e zucchine a bastoncini (grandi come fiammiferi), per le zucchine tenere solo la parte piu esterna togliendo l'interno che è più umido e molle, poi tagliare la melanzana a cubetti di circa 1/2 cm (io non avevo melanzane quindi per questa volta ho usato solo peperoni e zucchine).
Scaldare due o tre cucchiai d'olio d'oliva in una padella antiaderente, mettere uno spicchio d'aglio schiacciato e dello scalogno tritato e far saltare le verdure avendo cura di cuocere prima i peperoni per qualche minuto e poi unire zucchine e melazane, cuocere a fiamma medio  alta per alcuni minuti mescolando per non farle bruciare e tenerle un po' croccanti, cioè non farle appassire troppo.
Salare quasi a fine cottura.

Dopo aver fatto cuocere i filetti di orata per 15 minuti in forno statico a 180° versare su ognuno una cucchiaiata di verdure e infornare per altri 5 minuti finchè il pesce assorbe un po' del sapore delle verdure.
A questo punto il "pesce molto" è servito . . . .    :) 






P.S. voglio ringraziare per questa idea la Vivi che ai fornelli è imbattibile!


Morbidissimi panini al latte, con mdp.




Preparo spesso questi panini al latte. 
Sono molto buoni,  leggermente dolci, si mantengono  a lungo morbidi se conservati in un sacchetto di plastica ben chiuso  e piacciono tanto sia ai grandi che ai bambini. Si adattano bene a ripieni dolci e salati.
Qualche anno fa, prima di comprare la macchina del pane, li impastavo a mano ed il risultato era  comunque perfetto, avevo trovato la ricetta su una rivista di cucina, ma ora è facile reperirla anche in internet. Sul sito di Giallozafferano c'è una videoricetta molto completa e utile per capire soprattutto come formare i panini con l'impasto per renderli tondi e lisci.


Le quantità dei miei ingredienti sono un po' diverse appunto perchè l' ho adattata alla macchina del pane.

Ingredienti:
600 gr farina (di cui 300 gr manitoba e 300 gr farina 00)
330 ml latte tiepido (circa 35°)
40 gr burro fuso
40 gr zucchero
1/2 cubetto di lievito di birra fresco o 5 gr lievito secco
2 cucchiaini rasi di sale
1 cucchiaio di olio e.v. oliva

Procedimento:
Mettere in una piccola ciotola il lievito  con un cucchiaino dello zucchero e un po' di latte (4 o 5 cucchiai) e mescolare bene. 
Lievito con latte e zucchero dopo un po' di minuti
ingredienti liquidi

Intanto versare nel cestello della mdp il latte , il burro fuso o ammobidito (io lo metto ammorbidito), lo zucchero rimasto e il sale. Poi unire la farina e versare sopra il lievito sciolto con un po' di latte e zucchero.

Avviare il programma impasto che dura 1 h e 1/2 e quando comincia ad impastare verificare che l'impasto risulti ben liscio ed elastico altrimenti aggiungere qualche cucchiaio di latte o di farina a seconda che sia rispettivamente troppo asciutto e troppo umido.

Finito il programma l'impasto dovrà essere più che raddoppiato di volume e si può procedere alla formazione dei panini.

Si prende un po' di impasto tra le mani e si pesa con una bilancetta da cucina (deve essere circa 30/35 gr così i panini oltre ad essere tutti della stessa grandezza avranno anche lo stesso tempo di cottura), poi si fa passare tra il pollice e l'indice chiusi a cerchio, spingendolo dal basso verso l'alto, in questo modo si liscia bene e le imperfezioni rimangono sul fondo del panino.


Una volta formati  i panini  vanno posti su una teglia foderata con carta da forno e si spennellano con il latte (non freddo di frigo!), si lasciano riposare per circa 1/2 h finchè non raddoppiano di volume .

A questo punto si spennellano con uovo sbattuto e si infornano.

Il forno deve essere caldo a 200° impiegano solo 16/18 minuti   devo correggere i tempi di cottura che ho indicato perchè mi rendo conto di aver esagerato infatti preparando ripetutamente questi panini mi sono resa conto che bastano appena 12 minuti circa per la cottura, vanno sfornati appena diventano dorti come vedete in foto.

Ogni forno ha i suoi tempi ma mi sono resa conto che 16/18 minuti erano veramente troppi e me lo hanno fatto notare anche le persone che hanno provato a prepararli.
Mi scuso per l'errore e ringrazio le mie amiche che me lo hanno segnalato.
  
Devono diventare dorati e anche se quando li tirate fuori dal forno vi sembreranno troppo morbidi, una volta freddi saranno perfetti.


Crostata di frutta con chibouste alla vaniglia

Qualche giorno fa la mia bambina ha festeggiato l'onomastico e tutti  le abbiamo fatto gli auguri, allora lei non ha perso occasione per chiedere una torta visto che era "la sua festa" .
Volevo fare una cosa speciale per lei e ho provato questa torta di  Montersino .

Naturalmente, come ho scritto, ho voluto provare . . . ma il risultato non è stato certo degno delle sue creazioni.
Ho commesso un po' di errori e, al di là del gusto che era molto buono (tanto che la torta è durata un giorno e mezzo) l'aspetto e la presentazione finale lasciavano un po' a desiderare, ho anche dimenticato "per strada" un ingrediente e credo che questo abbia un po' compromesso l'aspetto finale del dolce.

La ricetta di Montersino l'ho adattata per le dosi di una torta di 24 cm di diametro ed è questa :

Ingredienti:
(per uno stampo di 24 cm di diametro)
800 gr di pasta frolla
500 gr di crema pasticciera alla vaniglia
500 gr di meringa italiana
350 gr di frutta  (io ho usato lamponi, uva e pesche sciroppate)
4/5 fogli di gelatina alimentare

Farò dei post a parte per spiegare come ho preparato la meringa italiana e la crema pasticcera altrimenti questo diventa interminabile da leggere .

La crema pasticcera la trovate qui 
La meringa italiana qui

Il procedimento per questa torta che bilancia perfettamente il sapore molto dolce della chibouste con l'aspro dei lamponi è il seguente :

foderare uno stampo per torte da 24 cm con la frolla dello spessore di 2/3 mm e fare anche un bordo alto circa 1,5 cm, disporvi sopra dell'alluminio e riempire con legumi secchi o sale grosso quindi cuocerlo in forno a 180° per circa 15 minuti.

mettere in ammollo 4/5 fogli di gelatina in acqua fredda e una volta ammorbidita unirla alla crema pasticcera calda mescolare e farla sciogliere molto bene, poi unire la meringa italiana con la crema pasticcera tiepida - questo passaggio è fondamentale e bisogna rendere prima i due composti di una consistenza simile, quindi prendere un po' di meringa e mescolarla con la crema pasticcera, solo dopo unire il tutto al resto della meringa mescolando con delicatezza per non far smontare il composto -
a questo punto la chibouste è finita e il "contenitore in frolla" per la torta è pronto. 

Ora bisogna solo assemblare il dolce :

frutta sistemata sul fondo della torta
Disporre su tutto il fondo della torta i lamponi interi ed eventuali altri tipi di frutta tagliata adeguatamente (io ho tagliato la pesca sciroppata a fettine e i chicchi d'uva a metà) riempire i vuoti con della chibouste e livellare. Infine riempire una sacca da pasticcere con la retsante chibouste e fare dei ciuffetti su tutta la torta.
Per chi possiede un cannello caramellare leggermente la superficie della torta, siccome io non lo ho, ho acceso il grill del forno e l'ho infornata per un paio di minuti disponendola nella parte alta , ma attenzione perchè se la lasciate troppo diventa troppo scura .

A questo punto il dolce è pronto da mangiare.
interno della torta finita


Come si vede dalla seconda foto l'interno della torta era troppo molle perchè nel realizzarla ho dimenticato di unire la colla di pesce alla crema pasticciera e quindi il composto non ha legato bene!

Involtini di pollo

La mia cucina quotidiana è semplice, veloce e il più possibile economica. Solo di tanto in tanto mi cimento in preparazioni più elaborate o che richiedono ingredienti ricercati e un po' costosi.
Siamo in quattro in famiglia e con due bambini e un marito perennemente occupato col suo lavoro,  c'è sempre da correre a destra e manca, il tempo per fare la spesa e cucinare non è mai abbastanza.
Una di queste ricettine molto gustose, semplici e particolarmente economica è questa !


Per 4 persone occorrono :

8 sovracosce di pollo
8 fette di pancetta coppata tagliate un po' spesse circa1,5 mm
pepe nero
rosmarino
aglio tritato liofilizzato o fresco
semi  di finocchio 
sale
vino bianco
olio d'oliva (possibilmente extra vergine)

Le sovracosce vanno disossate, è molto semplice farlo: basta un coltello ben affilato con cui seguire il contorno dell'osso di pollo che viene via facilmente perchè la carne è molto tenera.

Una volta tolto l'osso si distende per bene la carne che va insaporita con un po' di tutti gli aromi.



Poi si arrotolano e vi si avvolge intorno la fetta di pancetta, vanno poi legati con dello spago da cucina per farli rimanere ben chiusi.



A questo punto io li faccio rosolare in una padella in cui ho scaldato un po' d'olio d'oliva e sfumo con il vino bianco, poi li trasferisco  in forno in una teglia foderata di carta da forno, ci verso sopra il sughetto della padella e li faccio cuocere  a 180° per circa 35 minuti.


Naturalmente prima di servirli in tavola tagliate via lo spago da cucina !

Provateli! Sono davvero appetitosi perchè la pancetta li rende molto saporiti, inoltre sono croccanti fuori, mentre dentro rimangono morbidissimi.

Torta di mele

La domenica mattina la dedico agli esperimenti culinari, in particolare in questo periodo stò sperimentando le torte di "Luca Montersino" (che a mio modesto parere è uno dei migliori maestri pasticceri contemporanei). 
Ho letto tutti i suoi libri e visto e rivisto tutte le sue video-ricette.
Naturalmente lui possiede anni di esperienza e una maestria inarrivabile  per noi "comuni mortali", però mettendo a frutto i suoi preziosi consigli possiamo preparare dolci deliziosi anche a casa.
Una delle mie torte preferite è la torta di mele, la preparo molto spesso. E' facile, buona, leggera ed economica. La mia è una versione leggera ottenuta sostituendo il burro con l'olio di semi di mais.
Oggi però ho messo da parte il mio orgoglio light e tirato fuori dal frigo il tanto "demonizzato" burro e ho preparato la torta di mele seguendo il metodo Montersino.
Devo dire che il risultato è stato strepitoso. 
La torta era ultrasoffice e veramente gustosa. 
La ricetta la trovate anche sul sito di "Alice tv" ed è la seguente:




Ingredienti:


250 g di burro
200 g di zucchero a velo
80 g di tuorli (4 tuorli)
160 g di albumi (gli albumi li ho pesati!)
250 g di farina tipo "00"
7 g di lievito per dolci in polvere
15 g di rhum(io ho usato Pampero)
2 g di scorza di limone
1/2 baccello di vaniglia
250 g di mele tagliate a cubetti (facciamo anche 500 gr perchè bisogna ricoprire tutta la superficie della torta)
succo di limone q.b.
1/2 cucchiaino di cannella in polvere ( ingrediente aggiunto da me)
una manciata di uva sultanina lasciata ammorbidire in acqua tiepida e rhum  (questa l'ho aggiunta io, nella ricetta originale non c'è).

Procedimento

Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale. Tagliate a cubetti abbastanza grandi le mele e bagnarle con il succo di limone , lasciarle macerare per alcuni minuti. 
A parte montare burro e zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
Aggiungere i tuorli e il rhum  e far amalgamare bene. Unire poi l'uva sultanina strizzata e leggermente infarinata.  Aggiungere la farina il lievito e gli aromi (semi della vaniglia, buccia di limone e cannella) e amalgamare bene.
Infine unire all'impasto gli albumi montati a neve rimestando delicatamente dal basso verso l'alto. Versare l’impasto in una teglia precedentemente imburrata e infarinata e livellarlo con un cucchiaio o una spatola. Adagiarvi sopra le mele a cubetti  cercando di inserirle un po' nell’impasto.
Infornare a 180/190° C per 35/40 minuti.

P.S. Quando si è freddata l'ho lucidata con della gelatina liquida per dolci. 

Fusilli integrali broccoli e gamberetti

Un piatto leggero  a base di pesce e verdure per rendere gustosa la pasta integrale.

Ingredienti per 4 persone :
320 gr di fusilli integrali
500 gr broccoli
300 gr gamberi sgusciati
6/7 pomodorini pachini o datterini
2 filetti di acciuga sott'olio
1 spicchio d'aglio
1/2 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco (100 ml)
sale q.b.
pepe q.b.
olio d'oliva q.b.
a piacere un pizzico di peperoncino


Lessare i broccoli lavati e tagliati a pezzetti  in acqua salata per una decina di minuti, scolarli e tenere da parte un po' dell'acqua di cottura.
Versare in una padella : qualche cucchiaio d'olio d'oliva, uno spicchio d'aglio tagliato a metà, i filetti di acciughe sgocciolati e spezzettati e lo scalogno tagliato a fettine sottili e i pomodorini tagliati a metà, lasciar rosolare e aggiungere i gamberetti sgusciati , cuocere ancora un paio di minuti e sfumare con il vino bianco a fiamma alta.


Aggiungere poi i broccoli (eventualmente il peperoncino) e cuocere ancora per 5 minuti a fuoco medio, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura dei broccoli se asciuga troppo.




In un'altra pentola lessare la pasta al dente poi scolarla e farla saltare nella padella con il condimento aggiungendo a filo un po' d'olio d'oliva.

Pancakes

Ogni tanto per far contenti i miei bambini proviamo nuove ricette per la merenda. Una molto gettonata è costituita dai pancakes accompagnati da una abbondante colata di sciroppo d'acero.

Mi piace far provare loro sapori nuovi e devo dire che spesso ho la loro approvazione.
Ai pancakes non sanno proprio resistere .
Siccome non amo particolarmente i cibi preconfezionati ( esistono in commercio numerosi preparati per pancakes ) tengo sempre in dispensa un grosso barattolo con una miscela di farine e lievito preparata da me e pronta per i pancakes a cui all'occorrenza basta aggiungere uova latte e un po' di burro fuso. E' un composto secco che si può tenere in dispensa per mesi senza problemi.   ( Ricetta di Nigella Lawson).

Le dosi sono :

600 gr farina 00
3 bustine di lievito per dolci
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale 
60 gr zucchero

Per preparare circa 12/15 frittelle prendete 150 gr di preparato aggiungete poi un uovo 250 ml 200 ml di  latte e 15 gr burro fuso, mescolate bene e cucinate come le crepes cioè versando un piccolo mestolo di composto in un padellino antiaderente leggermente imburrato e riscaldato, rigiranole a metà cottura, finchè divengono ben dorate da ambo i lati.

Si possono mangiare con lo sciroppo d'acero, con salse alla frutta o con crema al cioccolato. Oppure solo con una spolverata di zucchero a velo.

Sono riuscita a fare  questa foto all'ultimo pancake prima che lo divorassero

Pane alla zucca

In questo periodo la zucca impazza sulle nostre tavole e quasi non se ne può più . . .
Dopo averla utilizzata per preparare risotti, chees cake, muffin e zuppe varie è ora di provare a mescolarla nell'impasto del pane.

Ingredienti :
200 gr farina di semola di grano duro
300 gr farina bigia (La farina bigia è una farina che rimane dopo aver estratto la farina bianca ed è  semi-integrale,  è una farina molto aromatica)
200 ml latte
50 ml acqua
2 cucchiaini rasi di sale
3 cucchiaini rasi di zucchero
5 gr lievito di birra secco (o 15 gr lievito fresco)
3 cucchiai olio e. v. oliva
200 gr di polpa di zucca lessata e strizzata

Impastare insieme tutti gli ingredienti e lavorarli almeno per 10 minuti , se risulta troppo appiccicoso aggiungere un po' di farina di grano duro.
Quando l'impasto diventa liscio e omogeneo lasciarlo lievitare in una ciotola coperto con un panno per almeno 2 ore o finchè non raddoppia di volume

Poi formare una pagnotta e cuocere in forno a 190° per 50 minuti.

Aiutandomi con delle strisce di carta d'alluminio io ho dato alla pagnotta una pseudo forma di zucca e questo è il risultato


Con questa ricetta partecipo al contest :



e sono arrivata tra i finalisti del contest :


Crocchette di platessa ai fiocchi di mais

Ieri sera dovevo escogitare un modo per rendere appetitosi agli occhi e al palato dei bambini degli anonimi filetti di platessa.
A loro piacciono molto polpette hamburger e  hot dog, ma ogni tanto bisogna mangiare pesce, perchè fa bene! Ma spesso "fa bene" non fa per niente rima con "mi piace" .
Così ho cercato di conquistarli con delle crocchette che oltre all'aspetto invitante contenessero anche qualcosa di salutare, cioè il pesce.
Le hanno letteralmente divorate  anche se qualcuno ha commentato che non dovevo metterci il pepe, però quel qualcuno (Fede - 10 anni) "odia" il pepe, quindi il suo parere è molto personale.

Ho accompagnato il tutto con insalata mista e fagottini di sfoglia ripieni di ricotta e spinaci e questo è il risultato finale.



Per quanto mi riguarda credo che bisognava aggiungere un po' di patata lessata e schiacciata che avrebbe reso tutto più simile a una vera crocchetta, per il resto il sapore era delicato e armonioso. 

Ingredienti per 4 persone :
600 gr di filetti di platessa
1 uovo
2 cucchiai di grana padano
1 cucchiaio di pan grattato
prezzemolo tritato
pepe bianco q.b.
sale q.b.

e naturalmente per l'impanatura occorrono 2 tazze di fiocchi di mais

(grazie a Laura per avermi fatto notare  che avevo dimenticato di indicarli nella lista degli ingredienti)


Cuocere i filetti di platessa al vapore per 6/7 minuti o nel microonde a 600 watt per 2/3 minuti (in questo caso lasciarli riposare 5 minuti dopo aver spendto il micro),
scolare i filetti dell' acqua che avranno tirato fuori in cottura e tritarli grossolanamente con le mani .
In una ciotola mescolare il pesce con tutti gli altri ingredienti e formare delle palline grandi quanto palline da ping pong e cercare di dare una forma un po' schiacciata. Per agevolare questo passaggio inumidire le mani con un po' d'acqua .
Rotolare poi le palline nei fiocchi di mais precedentemente sbriciolati per renderli simili al pan grattato.

Disporle sulla carta da forno e cospargerle con un filo d'olio poi infornare in forno caldo a 180° per 15 minuti. 


Con questa ricetta partecipo al contest :



e al contest di Pane e olio



Pizza con mdp

Pizza con le acciughe

Il sabato sera per molti è tradizione mangiare  pizza, noi non siamo da meno, la adoriamo letteralmente. Io la mangerei anche a colazione :) .  Se riusciamo ad organizzare ci piace uscire a mangiarla con gli amici, a volte invece scegliamo la consegna a domicilio e altre ancora, come stasera, ricorriamo alla ormai insostituibile macchina del pane (mdp), con risultati più che soddisfacenti .




margherita



Ingredienti per 4 persone :

300 gr farina manitoba
400 gr farina 00
1 cubetto di lievito fresco (oppure 1 bustina di lievito di birra disidratato)
3 cucchiaini rasi di sale
1 cucchiaino raso di zucchero
2 cucchiai di olio e.v.o.
acqua circa 280/300 ml dipende dall'umidità delle farine

Versate nel cestello della mdp gli ingredienti liquidi , lo zucchero e il lievito di birra.
Aggiungete poi la farina a e il sale e avviate il programma impasto della durata di 1 h e 1/2 ( in alcuni modelli indicato come programma impasto pizza). 
A volte c'è bisogno di aggiungere qualche cucchiaino di acqua o di farina a seconda del grado di umidità delle farine usate. 
Si deve formare una palla di impasto liscio, non appiccicoso.
Finito il programma otterrete un impasto morbido e ben lievitato e potrete formare 4 pizze  oppure due  teglie rettangolari (le tipiche placche da forno). 
Prima di procedere alla cottura (i tempi variano a seconda del tipo di forno che avete) io metto il pomodoro e  lascio riposare  nelle teglie per circa 15/20 minuti in modo da farle lievitare ancora un po' . 

Questa sera ho preparato la pizza ai funghi, la classica margherita e con le acciughe salate.

Dolcetti di halloween 2 . . . le ricette

Dopo le foto dei dolcetti di halloween vi posto le ricette, che sono molto semplici, veloci nella realizzazione . . . ci vuole solo un po' di pazienza con la decorazione finale, però  ne  vale la pena ! 
N. B. Per ognuna  di queste ricette ho citato la fonte da cui le ho tratte sia sito web che libro .

Dita mozzate

ingredienti :
si tratta della stessa pasta frolla della crostata al limone già postata in precedenza
però fondamentale non mettere il lievito per dolci nel'impasto e aggiungere un paio di cucchiai di farina in più, in modo tale da renderlo più consistente, altrimenti in cottura crescono troppo e perdono la forma di "vere dita"

per le unghie ho usato delle mandorle pelate "incollate" con della marmellata in cui avevo aggiunto qualche goccia di colorante rosso

poi ho cotto tutto in forno a 180° per circa 18/20 minuti

(per dare la forma di dita alla frolla mi sono ispirata a numerose ricette simili presenti nel web)


Ragnetti

ingredienti :
200 gr cioccolato fondente fuso a bagnomaria
80 gr zucchero a velo
100 gr  mascarpone
La ricetta delle praline al mascarpone è tratta dal sito di "Giallozafferano.it".
Per la decorazione :
fondente di marshmallow bianco 
girelle di liquirizia


Una volta sciolto il cioccolato fondente a bagnomaria e lasciato raffreddare si mescolano tutti gli ingredienti in una ciotola si lasciano riposare in frigo per almeno due ore e poi si modellano delle palline ( prendendo l'impasto con le mani un po' umide perchè è molto appiccicoso) .
Per farle sembrare dei ragnetti ho aggiunto delle zampette fatte con dei filetti di liquirizia mentre gli occhi e le "zanne" sono realizzati con fondente di mashmallow . . . che avevo preparato qualche giorno prima.


Mummiette

ingredienti :
wurstel
pasta sfoglia
a piacere per decorare ketchup o senape

le mummiette sono semplici e rapidissime da realizzare
basta ritagliare delle strisce di pasta sfoglia larghe circa 1/2 cm e avvolgere tutto il wurstel cercando di lasciare scoperta una piccola parte (che rappresenta il viso della mummia) e cuocere in forno a 160° fino a doratura, si possono poi realizzare gli occhi della mummia con kethup o senape per rendere il tutto più realistico . . .

Cupcakes mostruosi

Cup cakes mostruosi 


ingredienti per 15 cup cakes

1 uovo 
250 ml latte intero
125 gr zucchero
2 cucchiaini di lievito per dolci
125 gr di cioccolato fondente sminuzzato
50 gr olio ex. ver. oliva di buona qualità
250 gr farina
un pizzico di sale

Per la decorazione :
cioccolato fondente , cioccolato bianco e marsh mallow  fondente bianco (per la ricetta vai qui)

Ricetta dei muffin tratta da "Cotto e Mangiato" di Benedetta Parodi e modificata sostituendo il burro con l'olio d'oliva.

Mescolare l'uovo con lo zucchero amalgamando senza montare troppo il composto, poi unire l'olio d'oliva a filo , il latte e la farina a cui abbiamo aggiunto i due cucchiaini di lievito e il pizzico di sale. Mescolare rapidamente e versare negli stampi da muffin o cup cakes inseriti nella apposita teglia (o direttamente nella teglia per muffin imburrata e infarinata)
Cuocere in forno preriscaldato statico a 180° per 20 minuti.

Ho poi sciolto del cioccolato fondente e l'ho spalmato sulla superficie dei tortini e infine ho realizzato le ragnatele con del cioccolato bianco fuso e fantasmini e teschi con  il fondente di mash mallow bianco .


Con questa ricetta partecipo al contest :
 



Dolcetti di Halloween

 
Dita mozzate
Finalmente trovo il tempo per postare le foto dei dolcetti preparati per Halloween.
Anche quest'anno abbiamo fatto una piccola festa per i bambini e non sono mancati mostruosi dolcetti da divorare . . .presto arriveranno anche le ricette . Promesso !

Queste sono le foto :



Ragnetti


Cup cakes "spaventosi"

Mummiette

Ti piace il mio blog? Votalo su net-parade ! clicca sul banner sotto!

siti web

Trovi le mie ricette su gustosaricerca

Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Il bloggatore

Petitchef

Ricette di cucina

Riconoscimento Net-parade

sito web

Net parade

indicizzazione nei motori di ricerca

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza
piccole soddisfazioni

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza
Grazie!!

Contest "Sulemaniche"

Contest "Sulemaniche"
Sono arrivata tra i finalisti !!