Cerca nel blog

Traduci - seleziona lingua

La casetta di pan di zenzero - parte 2 : l'assemblaggio

casetta di pan di zenzero



Carissimi amici e amiche,

che mi seguite con tanto affetto e ogni giorno passate dal mio  mi piccolo blogghino e lasciate tanti bellissimi commenti . . .  a voi e ai vostri cari,  voglio rivolgere con tutto il cuore 

sinceri auguri di Buon Natale e felice anno nuovo!!!



Ora l'argomento del post!

E dopo il post sulla  realizzazione dell'impasto per le varie parti (qui),  eccomi con il post sull'assemblaggio vero e proprio della casetta di pan di zenzero.

E' stato un lavoro complicato perchè era la prima volta che provavo a fare una cosa del genere, ma alla fine che soddisfazione ....

Vi riassumo le  regole che ho seguito  per far stare in piedi la casetta di pan di zenzero :

1 - fare una base di fondente di zucchero, o pan di spagna, o fondente di marshmallow , io ho usato quest'ultimo nello spessore di circa 3-4 mm;

2 - mettere in frigo i pezzi della casetta per qualche minuto prima di assemblarla, perchè siano freddi quando andremo ad  "incollarli" ;

3 - utilizzare un cioccolato fuso di quelli "di copertura" per l'assemblaggio, perchè solidifica in fretta a contatto con le parti fredde della casetta, ;

4 - affondare un pochino i muri della casetta nella base di fondente, questo contribuisce a farli stare in piedi;

5 - completare con la ghiaccia reale e con questa coprire i punti di giunzione, quando asciugherà darà maggiore solidità alla costruzione;

6 - decorare con caramelle, cioccolatini e quanto più vi suggerisce la fantasia.

E queste sono le foto in sequenza della costruzione di una delle casette , infatti , ci avevo preso gusto e ne ho realizzate più di una . . . .


casetta di pan di zenzero 1

casetta di pan di zenzero 2

casetta di pan di zenzero 3
casetta di pan di zenzero - il comignolo


casetta di pan di zenzero













Qui sotto la casetta finita !!
retro della casetta di pan di zenzero



























Vi metto anche la foto delle sagome di cartoncino utilizzate per preparare i muri e il tetto ........


 

















sagome di cartoncino per casetta di pan di zenzero







La casetta di pan di zenzero - parte 1

omini di pan di zenzero
Guardate come sono belli  i miei  omini di pan di zenzero ( gingerbread man o zenzerini)!!
Li avevo preparato anche l'anno scorso e qui trovate la ricetta,  sono pronti per la "partenza" . . . uno però rimarrà a casa con me almeno fino a quando non avrà ultimato la sua nuova casa e qui lo potete vedere a lavoro :)



Eh sì, perché quest'anno  ho deciso di provare a realizzare la casetta di pan di zenzero seguendo le indicazioni di Montersino.

Per ora vi posso solo dire che l'impasto è perfetto e con un po' di ingegno ho realizzato tutte le varie parti  utilizzando delle semplici  sagome di cartoncino, devo dire che sono abbastanza soddisfatta del risultato.

I problemi sono cominciati quando ho cercato di far stare insieme tutti i pezzi che (come si vede dalla foto sopra) avevo incollato con la glassa reale e puntellato con degli stecchi in attesa che facesse presa. Ma dopo qualche ora, quando ho cercato di sollevare la casetta per incollare il tetto, è successa la catastrofe . . . infatti si è disfatta completamente :(

Non sono ancora riuscita a trovare una soluzione , ma ci sto lavorando, per ora vi lascio la ricetta del pan di zenzero per la casetta e farò un post per quanto riguarda l'assemblaggio . . . non appena riuscirò a farla stare sù.

Rispetto alla ricetta originale di Montersino  ho ridotto la dose di 1/3 perchè l'ho fatta più piccola ed ho aggiunto un po' di cacao amaro per ottenere un impasto leggermente più scuro.


Casetta di pan di zenzero . . . .

ricetta di Luca Montersino



Ingredienti


240 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente
240 g di zucchero semolato
75 g di zucchero di canna
6 g di cannella in polvere
16 g di zenzero in polvere
1 uovo intero
1-2 cucchiai di latte
480 g di farina manitoba
6 g di lievito per dolci
1 cucchiaino di cacao amaro in polvere
un pizzico di sale

Preparazione

Lavorare il burro con lo zucchero gli aromi e il sale, unire un po' per volta facendolo incorporare bene l'uovo sbattuto, infine incorporare farina a cui abbiamo aggiunto cacao  e lievito, formare un panetto e farlo riposare in frigo per 30 minuti. 
Importante : se si utilizza lo stampo in silicone specifico per casetta di pan di zenzero la pasta frolla si deve usare immediatamente, non va fatta riposare.

Trascorso il tempo di riposo riprendere la frolla ammorbidirla un po' con le mani e tirarla col mattarello nello spessore di circa 3 mm . Ritagliare le sagome delle varie parti riportate su dei cartoncini e cuocere in forno a 170° per 15-20 minuti.

Per l'assemblaggio e la decorazione pubblicherò a breve un post dedicato.




Tre varietà di biscotti perfetti per Natale.


biscotti di pasta frolla vari



Voglio condividere con voi due regali  ricevuti nelle ultime ore che mi hanno fatto molto piacere perchè è sempre bello ricevere doni, soprattutto quando sono inaspettati e magari anche buoni oltre che belli.

Il primo dono è stato  un bel vassoio di biscotti fatti in casa veramente deliziosi, di cui vi inserirò le ricette in questo post  perchè possiate trarre spunto per realizzare dei regali di Natale sicuramente molto graditi.

Il secondo è un regalo virtuale, si tratta del "premio" - The versatile blogger - che mi ha assegnato Antonella del blog destinazioneforno.blogspot.it , la  ringrazio moltissimo per aver pensato a me. 



Ho già ricevuto questo premio diverso tempo fa e fatto il relativo post, ma è sempre un piacere ricevere apprezzamento e considerazione per cui ringrazio di nuovo Antonella e questa volta giro virtualmente il premio a tutte le amiche e amici blogger e appassionate/i di cucina che passerannno da qui.  

premio
Ma veniamo ai tre biscotti di frolla della foto che vi  garantiranno un successo assicurato con amici e parenti.


Fiori di frolla all'albicocca


Piccoli fiori di frolla all'albicocca


Ingredienti per circa 30 pz


per la frolla - senza uova -

200 g di burro ammorbidito a temp. ambiente
75 g di zucchero
1 bustina di vanillina
1 pizzico di lievito
75 g di mandorle tritate finemente
300 g di farina 00

Per la farcitura 

marmellata di albicocche q.b.

Preparazione 


Realizzare una frolla impastando velocemente tutti gli ingredienti (anche con l'ausilio di una planetaria) e lasciarla riposare in frigo per 2 ore.
Trascorse le due ore riprendere la frolla e lavorarla un po' con le mani, tirare una sfoglia alta 3 mm e ritagliate tante formine a forma di fiore (ma va bene qualsiasi forma ), cercate di ottenere un numero pari di formine e dividetele in due parti, bucate poi al centro solo metà dei biscotti.
Cucinateli in forno caldo a 200 °c per 8-10 minuti.

Lasciate raffreddare i biscotti e spalmate su quelli non forati della marmellata di albicocche, mentre spolverate di zucchero a velo quelli forati. A questo punto unite i biscotti a due a due sovrapponendo quelli forati a quelli cosparsi di marmellata.
Questo biscotto per l'assenza di uova nell'impasto è molto fragile quindi maneggiare con cura :)


Biscotti a ferro di cavallo con cioccolato



Ingredienti 

per circa 50-60 pz


300 g di farina 00
180 g di burro ammorbidito
70 g di zucchero
2 tuorli
50 gr di mandorle non spellate e tritate
1 bustina di vanillina

per la copertura di cioccolato
100 g di cioccolato fuso 


Preparazione


Mescolare in una ciotola le farine, lo zucchero e la vanillina, unire il burro ammorbidito e i tuorli. Impastare e rendere tutto omogeneo. Formare dei filonicni di pasta dello spessore di un dito e tagliarli a bastoncini di circa  5-6 cm curvarli con le mani e adagiarli su una placca  foderata di carta forno.
Cuocere a 180°c per 12-15 minuti, finche cominciano a dorare leggermente.
Quando sono freddi glassare le estremità con cioccolato fuso.




Kipferl



Ingredienti:


280 g di farina 00
200 g di burro ammorbidito a temp. ambiente
100 g di mandorle pelate e tritate finemente
80 g di zucchero
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina


per la finitura

150 g circa di zucchero a velo



Preparazione:

Impastare velocemente tutti gli ingredienti, anche nella planetaria, e formare un panetto con l'impasto liscio e omogeneo.
Formare dei filonicni di pasta dello spessore di un dito e tagliarli a bastoncini di circa  5-6 cm, curvarli leggermente  con le mani, dando la forma di un ferro di cavallo,  e adagiarli su una placca  foderata di carta forno.
Cuocere a 170°c per 20 minuti.

Quando sono ancora caldi rotolare i biscotti nello zucchero a velo.

Frollini con cioccolato, frutta secca e canditi.


Frollini con cioccolato fuso, frutta secca e canditi



Natale è il periodo dei biscotti fatti in casa per eccellenza. 
Io li  adoro  e  per questo li preparo  tutto l'anno, ma in particolare è  a Natale che faccio esperimenti per trovare ricette sempre nuove. 
Traggo ispirazione da tutto ciò che colpisce la mia attenzione.
L'idea per questi biscotti, ad esempio, mi è venuta sfogliando una rivista  distribuita gratuitamente tutti i mesi nel supermercato dove faccio la spesa, a dicembre in edizione speciale dedicata al Natale.

La lista degli ingredienti che li compongono  credo racchiuda in se un azzeccato mix di  sapori tipici di questo periodo : frutta secca, cioccolato e canditi.

Sono convinta che per realizzare questo genere di biscotti occorre innanzitutto tanta voglia di sperimentare, infatti gli ingredienti non sono vincolanti, anzi, ognuno di noi può modificarli assecondando i propri gusti personali : e così al posto delle mandorle si possono utilizzare noci o nocciole, oppure granella di frutta secca mista, la pasta frolla si può aromatizzare con le spezie che più ci piacciono o con buccia di agrumi grattugiata e per finire  anche i gusti di frutta candita si possono variare a piacimento.

Insomma questo è un frollino versatile e perfetto per liberare la propria fantasia in cucina.



Frollini con cioccolato, frutta secca e canditi.

 
  

Ingredienti per la frolla :


400 g di farina 00
200 g di burro ammorbidito a temp. ambiente
100 g di zucchero grezzo di canna
100 g di zucchero semolato bianco
2 uova
1 tuorlo
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
(oppure potete usare un mix di spezie che più vi piace tanto per aromatizzare un po' la frolla)
un pizzico di sale

Per la guarnizione e la finitura:


80 g di mandorle pelate leggermente tostate e ridotte in granella
50 g di nocciole pelate tostate e ridotte in granella
50 g di frutta candita - cedro - arancia - 
150 g di cioccolato fondente
poco latte per spennellare


Preparazione :

L'impasto della frolla si può fare a mano o con una planetaria. Lavorare  a crema, senza montarli, il burro ammorbidito e i due tipi di zucchero. Unire un po' alla volta le uova leggermente sbattute e poi aggiungere la farina a cui abbiamo unito lievito, aromi e sale.
Formare una palla e lasciarla riposare in frigo per 15 minuti.
 

Riprendere la frolla e ammorbidirla un po' con le mani, tirarla col mattarello formando un rettangolo di circa 4-5 mm di spessore: verrà un bel rettangolo grande circa 30x40 cm di cui devono essere parati i bordi per dargli una forma più possibile regolare.

Spennellare leggermente  la superficie con un po' di latte per far aderire meglio il ripieno e distribuire sulla frolla la granella di frutta secca, la frutta candita tagliata a pezzettini molto piccoli.

Arrotolare la frolla dal lato più lungo e formare un salsicciotto premendo bene in modo che fuoriesca l'aria e il ripieno aderisca bene, avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare circa 30 minuti in frigo, oppure 10-15 nel freezer.

Trascorso il tempo di riposo tagliare il rotolo a rondelle alte circa 5 mm e disporle su una placca da forno cuocendole a 170 °c per 12-13 minuti, posizionando la teglia nella parte medio-alta del forno perchè altrimenti bruciano sul fondo.

Una volta freddi questi biscotti si possono ricoprire completamente, o semplicemente decorare, con il cioccolato fondente fuso a bagnomaria.






Cupcakes banana e cioccolato


cupcakes banana e cioccolato



Dopo un periodo  pieno di impegni e cose da fare : sistemare la nuova casa, iniziare le nuove scuole e i  corsi sportivi . . .  finalmente ci stiamo abituando a questa nuova città : Bologna.

Le nostre vite  hanno preso  il loro solito corso, però io, che sono l'unica della famiglia che rimane tutto il giorno a casa, sono ancora frastornata dai piccoli cambiamenti e in più mi mancano tanto i miei vecchi amici.

Bologna, rispetto a Como, è indubbiamente una città  molto  ricca di stimoli interessantissimi, di cui cerco di approfittare più che posso.
Diverse settimane fa, ad esempio, sono stata insieme a delle amiche all'inaugurazione della nuova sede della scuola di cucina della Spisni "La vecchia scuola bolognese" ed è stato molto bello soprattutto conoscere lei  di persona, che  è gioviale  e affabile proprio  come si vede in tv; e solo pochi giorni fa ho  assistito ad un evento che mi ha letteralmente rapita e che porterò sempre nel cuore come uno dei momenti più intensi ed emozionanti della mia vita: il concerto del grande Ennio Morricone.

Nonostante tutte queste novità, sono spesso preda della nostalgia e mi sento molto triste e sola.

Per consolarmi cosa faccio !?
Cucino dolci al cioccolato !
What else ??
:)
Ecco quindi l'ultima cioccolatosa ricetta in cui mi sono cimentata per tirami un po' su di morale . . . 

Qualche  tempo fa, su uno dei canali youtube a cui sono abbonata, ho scovato un video che illustrava la preparazione dei cupcakes al gusto banana e cioccolato.
Mi incuriosiva molto l'abbinamento di sapori e finalmente sono riuscita a sperimentare.

Per decorarli ho optato per una semplice ganache, la ricetta originale prevedeva un frosting un po' più burroso ed elaborato.

Ingredienti per 12 cupcakes :
(per i quali vi ricordo che occorre la teglia apposita per muffin o cupcakes)

200 g zucchero semolato (io 180 g)
140 g farina 00
( io ho utilizzato  75 g farina 00 e 80 g farina di riso)
30 g cacao amaro
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
3/4 di cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale
1 uovo grande
1 banana di medie dimensioni schiacciata bene e ben matura
120 ml di latte
60 ml di acqua
50 ml di olio vegetale
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
 

Preparazione delle tortine


Preriscaldate il forno a 180 gradi °C e porre la grata al centro del forno

Preparate una teglia per muffin da 12 foderandola con i pirottini di carta usa e getta o imburrandola e leggermente.

In una ciotola mescolate farina, zucchero,cacao,lievito, bicarbonato e il sale .


In un'altra ciotola amalgamate l'uovo, la banana schiacciata con una forchetta, l' acqua, il  latte, l'olio e i semi della bacca di vaniglia.
Aggiungete ora gli ingredienti umidi agli ingredienti secchi e mescolate fino a quando sono ben amalgamati fra loro usando un cucchiaio di legno o una frusta, senza montare i composto.
 
Versare la pastella nello stampo fino 3/4 della loro capienza e cuocere a 180°c per circa 20 minuto, fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro di un cupcake esce pulito.

Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una gratella.

Ci tengo a precisare che io personalmente il frosting l'ho sostituito con una semplice ganache al cioccolato fondente leggermente aromatizzata con un goccino di rum, che in effetti con cioccolato e banana ci stava proprio bene.
Ecco la ricetta :

Ganache al cioccolato  

(si può preparare anche la sera prima)

Ingredienti


200 ml di panna fresca da montare (va bene anche quella zuccherata)
100 gr di cioccolato fondente tritato finemente
1 cucchiaio di rum

Preparazione della ganache :


Scaldare la panna in un pentolino, quando inizia a bollire togliere dal fuoco e unire il cioccolato sminuzzato, mescolare finchè il cioccolato si scioglie e si incorpora bene con la panna. 
Quando è tiepido aggiungere il rum (che si può non mettere se destinati ai bambini o se non piace il sapore)
Porre in frigo possibilmente per un'intera notte e il giorno dopo montare con le fruste elettriche, deve diventare come la panna montata. 
La panna montata zuccherata dona a questa ganache un sapore più dolce e morbido rispetto alla panna non zuccherata. 
A questo punto si  può inserire la ganache in una tasca da pasticcere e  decorare le tortine nel caso in cui vengano consumate subito,  oppure si può tenere la ganache montata in frigo fino a pochi minuti prima di servire le cupcakes.

Questo perchè le tortine vanno conservate a temperatura ambiente, mentre la ganache una  volta tolta dal frigo va consumata nel giro di qualche ora perchè è deperibile.


Solo ai fini della presentazione ho spolverato la tortina con della farina di cocco disidratata.

cupcakes banana e cioccolato

      

E di seguito la ricetta del frosting che accompagnava la ricetta originale, per chi volesse provarla:


Ingredienti per la glassa al cioccolato 
(Chocolate Fudge Frosting):

90 gr cioccolato fondente sminuzzato
110 gr burro ammorbidito a temp. ambiente
120 gr di zucchero a velo setacciato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia o i semi di 1/2 bacca


Preparazione del chocolate fudge frosting:


Sciogliete il cioccolato in una ciotola resistente al calore a bagnomaria. 
Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
In una terrina battere il burro fino a che diventa  cremoso (circa 1 minuto). 
Aggiungere lo zucchero e mescolare fino ad ottenere un impasto soffice (circa 2 minuti).  
Unire l'estratto di vaniglia o i semi della bacca e mescolare. 
Aggiungere il cioccolato fuso, ma raffreddato, e battere a bassa velocità con il mixer fino ad  incorporarlo completamente
Aumentare la velocità e mescolare finchè si ottiene una glassa liscia e lucida (circa 2 - 3  minuti ).



Puntine di maiale brasate




costine di maiale brasate

In questo ultimo periodo sto sperimentando con grande soddisfazione le ricette, non solo  dolci, di una chef famosissima, volto storico del canale satellitare Gambero Rosso e chef di fama internazionale : Laura Ravaioli.
Trovo le sue preparazioni  molto affini ai miei gusti culinari, forse perchè le nostre origini geografiche sono altrettanto vicine.
 


La ricetta in questione è quella delle costine brasate(dette anche puntine o spuntature di maiale) .
Cucino raramente le costine sia per il loro alto contenuto di grassi che per la mia "avversione" verso i piatti a base di carne.
Ogni tanto però mi lascio tentare e se compro le costine mi riprometto di adottare metodi di cottura semplici e "leggeri".
Questa volta però,dopo aver visto la trasmissione della Ravaioli sul "Gambero Rosso",  proprio non ce l'ho fatta a resistere ed ho cucinato le costine più grasse, succulente, ma anche più buone, che abbia mai mangiato: le costine di maiale brasate.

Erano così saporite che  man mano che le mangiavo scompariva ogni senso di colpa per l'ingestione di quei grassi che, ero certa, si sarebbero presto depositati proprio nei punti più sbagliati del mio corpo.

La mia pessima foto non rende loro giustizia, ma vi assicuro che erano buonissime.
 
Trovo che questo possa essere un piatto unico perfetto per una fredda sera d'inverno, soprattutto se abbinate al purè o alla polenta.


Costine di maiale brasate

 


ingredienti per 4 persone



1,5 kg di costine (spuntature) di maiale
1 cipolla  dorata
1 carota di media grandezza
1 rametto di rosmarino
2 foglie di alloro
1 dl di brodo di carne
sale q.b.
pepe q.b.
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 bicchiere di vino rosso 
farina 
olio di semi per fritture

Preparazione


Scaldare 4 cucchiai di olio e. v. di oliva in un capiente tegame.
Pelare e tritare carota e cipolla e farle rosolare nell'olio caldo.

In una ciotola mettere le costine di maiale e insaporirle con sale e pepe "massaggiandole" un po' con le mani.

Versare in una padella un bicchiere di olio per frittura o olio e. v. di oliva e farlo scaldare bene.

Intanto infarinare bene le costine e farle rosolare, un po' per volta, nell'olio bollente, rigirandole spesso. 
Tenerle da parte.

Aggiungere al soffritto di carota e cipolla 2 cucchiai di concentrato di pomodoro l'alloro e il rosmarino e mescolare bene.

A questo punto versare le costine rosolate nel tegame con il soffritto e alzare la fiamma a fuoco vivo, sempre mescolando. Sfumare con il vino rosso, aggiungere il brodo di carne caldo e coprire. 
Abbassare la fiamma al minimo, regolare di sale e pepe, mescolare bene e coprire il tegame. 
Portare a cottura stufando a  fuoco bassissimo per almeno 2 ore, mescolando di tanto in tanto per evitare che attacchino. 
Se asciugano troppo si può aggiungere qualche cucchiaio di brodo caldo.

Servire ben calde accompagnate da purè di patate o polenta.

Crostatine di frolla alla ricotta con crema speziata


crostatine di frolla alla ricotta con crema speziata


La scorsa settimana la mamma della mia amica Stefy è arrivata da Udine con un carico di buonissimi dolcetti fatti in casa  . . . uno più buono dell'altro. 
L'occasione era il compleanno del nipotino ed è proprio durante i festeggiamenti che ho avuto il piacere di gustare i meravigliosi dolcetti.
Mi hanno particolarmente colpito dei pasticcini di frolla ripieni di crema, che tra l'altro erano pure senza burro . . . una vera delizia.
Avuta la ricetta, che è stata fatta da Anna Moroni in una puntata de'  La prova del cuoco di qualche anno fa, ho voluto subito provarla,  adattandola anche al tema natalizio grazie all'aggiunta del mix di spezie che  l' azienda Orodorienthe mi ha gentilmente recapitato a casa qualche giorno fa dopo che mi  ero iscritta al loro interessantissimo contest.

E' così che ho realizzato queste crostatine  buone e profumate che per il loro mix di sapori mi fa tanto pensare alle imminenti festività natalizie.

Ho aromatizzato la crema con arancia e mix di spezie proprio per richiamare i sapori del Natale.


Crostatine di frolla alla ricotta con crema speziata


per 15-20 crostatine occorrono :

Ingredienti per la frolla


200 g di ricotta
150 g di zucchero
70 ml di latte
70 ml dio olio d’oliva
350 g di farina

1 bustina di lievito meglio usarne solo 1/2 bustina
1 bustina di vanillina
sale q.b.

per ultimare
1 tuorlo - per spennellare
zucchero a velo q.b. per guarnire una volta fredde



Ingredienti per la crema

5 cucchiai di zucchero 
3 cucchiai di amido di mais 
3 tuorli 
500ml. di latte 
1 arancia bio
sale q.b. 

Preparazione della  frolla alla ricotta

Setacciare la ricotta in una ciotola, per renderla più liscia.
Su un piano setacciare la farina, unire il lievito, la vanillina e lo zucchero, mescolare gli ingredienti e poi formare una fontana. 
Aggiungere il sale e l’olio ed amalgamare l’impasto.
Quando l'impasto avrà assorbito tutto l’olio , unire il latte e continuare a lavorare  fino a renderlo omogeneo. A questo punto allargare di nuovo l’impasto e aggiungere la ricotta un po'per  volta. 
Rendere l’impasto liscio  e poi lasciarlo riposare per 30’ a temperatura ambiente, coperto da un telo.

Il tuorlo indicato fra gli ingredienti della frolla serve solo per spennellare le crostatine prima di infornarle, ma se si vuole se ne può aggiungere anche uno nell'impasto.

Preparazione della crema

Scaldare il latte in una  casseruola.
In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero.  
Sciogliere l'amido di mais con un po' di latte freddo unirlo al mix di tuorli e zucchero per evitare di formare  grumi. 
Trasferire la preparazione sul fuoco e lasciare addensare bene a fuoco dolce, occorrono circa 10 minuti.
A metà cottura mettere dei pezzetti di buccia di arancia e un cucchiaino raso di mix spezie per pan d'epices (io Orodorienthe) nella crema. 

A cottura ultimata togliere dal fuoco e tenere da parte.

Formare dei dischetti con la frolla e metterli nei pirottini usa e getta o negli stampi per crostatine, alzare leggermente i bordi con le dita e riempire con la crema speziata.
Ultimare con delle striscette di frolla e cuocere in forno a 180°c per 18-20 minuti, posizionandole nella parte media del forno  e controllando la cottura in base al proprio forno perchè tendono a bruciare facilmente.

Con questa ricetta partecipo al contest " Spazio alle spezie"

e ringrazio l'azienda che promuovendo questo concorso mi ha fatto conoscere un mondo di spezie interessantissime

 

Ti piace il mio blog? Votalo su net-parade ! clicca sul banner sotto!

siti web

Trovi le mie ricette su gustosaricerca

Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Il bloggatore

Petitchef

Ricette di cucina

Riconoscimento Net-parade

sito web

Net parade

indicizzazione nei motori di ricerca

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza
piccole soddisfazioni

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza
Grazie!!

Contest "Sulemaniche"

Contest "Sulemaniche"
Sono arrivata tra i finalisti !!