Cerca nel blog

Traduci - seleziona lingua

Una nuova pagina del blog

Sono quasi diventata matta per capire come fare però, alla fine, sono riuscita a inserire questa nuova pagina Ricette provate da voi !

Contiene alcune foto di chi  ha provato le ricette  del mio blog.

Me le hanno inviate via mail e mi ha fatto davvero piacere, le ringrazio moltissimo.

Voglio condividerle con voi.

Man mano che ne arriveranno altre aggiornerò la pagina.

Nei prossimi giorni posterò la ricetta di un dolce che mi piace tanto ed è in fase di realizzazione, per ora vi saluto e auguro a tutti una buona serata .
Flavia

Panna cotta

tuttichef.blogspot.com
panna cotta


Ieri sera quando i miei "paciocchi" sono andati a nanna e ho finalmente trovato il tempo di accendere il pc sono rimasta piacevolmente sorpresa di vedere che anche oggi tante persone hanno dato una sbirciatina al mio blog e alcune mi hanno lasciato dei pensieri molto gentili, anche utili a migliorarlo.
Inoltre sono stata felice di scoprire che mi seguite quasi in 50 (va beh diciamo che tre-quattro dei miei sostenitori - tra cui le mie sorelle e mio padre - si sono uniti appena ho iniziato perchè mossi a compassione dalle mie suppliche :P ), riguardo tutti gli altri giuro  di non averli implorati ne minacciati :) e sono felice che ci siano.
Spero di poter continuare a condividere le ricette che amo e soprattutto  di scoprirne di nuove, perchè  quando mi sono buttata in questa avventura (circa 5 mesi fa) credevo che avrei mollato presto date le enormi difficoltà che ho con l'utilizzo di internet e dintorni.
Sono proprio contenta di aver tenuto duro e spero di continuare ad imparare cose nuove e a conoscere tante persone speciali.


Per rimanere fedele alla linea del mio blog e al mio modo di essere, oggi vi propongo una delle versioni più conosciute e facili da realizzare di un dolce tipico della tradizione italiana : la panna cotta - buona e semplice - .
Io, in genere, calcolo la quantità  solo di latte e panna e aggiungo poi alcuni cucchiai di zucchero (ma questa volta l'ho pesato per avere un'idea più precisa).

Ingredienti per 6-8 porzioni:
500 ml di panna fresca
100 ml di latte fresco
3 cucchiai colmi di zucchero (circa 100 gr)
buccia di limone tagliata a pezzi grandi
o in alternativa semi di vaniglia
4 fogli di colla di pesce

Preparazione:
Mettere la colla di pesce in un bicchiere di acqua molto fredda. Intanto in una casseruola versare la panna, il latte, lo zucchero e i pezzi di buccia di limone (tagliate la buccia cercando di non prendere la parte bianca che darebbe un gusto amarognolo).
Scaldare a fuoco basso/moderato continuando a mescolare finchè lo zucchero sarà completamente sciolto e il composto molto caldo, togliere dal fuoco appena comincia a sobollire.
Strizzare la colla di pesce e unirla alla panna ancora calda facendola sciogliere completamente. 
Con l'aiuto di un colino, che tratterrà le bucce di limone, versare la crema in uno stampo leggermente umido (o in più stampini monoporzione), lasciarla intiepidire e poi metterla in frigo coperta con della pellicola per almeno due ore. 
tuttichef.blogspot.com
panna cotta

Prima di servirla sformarla su un piatto di portata immergendo per qualche secondo i bordi del recipiente in una ciotola di acqua bollente. 
Si mangia liscia, ma volendo è ottima accompagnata con frutti di bosco, caramello o salsa al cioccolato.
Noi abbiamo scelto le fragole che ho tagliato a pezzetti e fatto scaldare per pochi secondi con un po' di zucchero e qualche goccia di limone, prima di versarle sulla panna cotta le ho fatte raffreddare.

La cosa più importante  per la buona riuscita di questo dolce è  scegliere panna fresca di buona qualità che darà un gusto inconfondibilmente delicato alla preparazione. 

panna cotta
Piccola nota : se si usano i semi della vaniglia per aromatizzare si corre il rischio che durante il raffreddamento si depositino sul fondo del dolce(come si vede anche dalla foto). 


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Bperbiscotto :

 


 

La mia torta di pere e cioccolato preferita.


torta pere e cioccolato


Buona domenica! 
E' passata un'altra settimana .... non ho avuto tanto tempo a disposizione per postare le mie ricette, però ho cucinato da matti :lasagne, torte, biscotti, panini al latte e chi più ne ha più ne metta !

Oggi starò via quasi tutto il giorno, ma vi posto la ricetta del nostro dessert della domenica che è anche una delle torte preferite di mia madre : l'ho preparata una delle prime volte qualche anno fa in occasione del suo compleanno e lei ne è rimasta semplicemente entusiasta.
E' semplicissima da realizzare perchè si tratta di  una normale torta lievitata al cacao con aggiunta di pezzettini di pera. 
Però proprio l'abbinamento pera-cioccolato la rende particolarmente sfiziosa.
La mia versione di questo classico dei dolci si ispira a una ricetta tratta dal libro "Le dolci tentazioni" di Luca Montersino: ma mi permetto di dissentire con un "mostro sacro della pasticceria" per dire che le dosi indicate nel libro in questione a me non hanno permesso di ottenere un buon risultato finale. 
torta pere e cioccolato
E' molto probabile che la colpa dell'insuccesso iniziale sia da attribuire a qualche mio errore, ma credo anche che nel riadattare le ricette che si usano per produrre grandi quantità di dolci qualcosa può non funzionare come si deve.
Ho dovuto rivedere le dosi e alcune sequenze della preparazione  per adattarle al mio forno e probabilmente "alla mia mano" al fine di  ottenere finalmente una torta ben riuscita.
Con questo non voglio certo mettere in dubbio l'esattezza della ricetta del libro, voglio solo dire che ognuno di noi deve dare una propria interpretazione delle ricette altrui un po' come si fa con i vestiti fatti su misura: si deve provare e riprovare finchè si è soddisfatti, senza però stravolgere le cose. 
Sono d'accordo con chi afferma che la pasticceria è una scienza esatta( nel senso che variare anche di poco la quantità degli ingredienti varia il risultato finale), ma a volte entrano in gioco anche l'esperienza personale, la fantasia e l'intuito che in cucina non guastano mai.

Tutto questo  per dire che se vi capita di provare una ricetta e di non riuscire al primo colpo non dovete arrendervi . . . . . mai!!

Questa ricetta prevede l'utilizzo dell'olio d'oliva al posto del burro e si può preparare con la farina di riso al posto della farina normale, in questo caso si tratta di un dolce senza glutine adatto anche ai celiaci. 

Ingredienti per 8-10 persone :

3 uova e 1 tuorlo
1 cucchiaio abbondante di miele
1 pizzico di sale
190 gr di zucchero semolato
250 gr di farina 00 o farina di riso molto fine
30 gr di cacao amaro
1 bustina di vanillina
50 gr di olio e.v. di oliva
1/2 bustina di lievito per dolci
500 gr di pere tagliate a tocchetti abbastanza grandi (2-3 cm per lato) aabbastanza mature
pezzetti di pera sciroppata (facoltativa)
per decorare zucchero a velo

Preparazione:

Montare con lo sbattitore  uova, tuorlo, miele, un pizzico di sale e zucchero. In una ciotola setacciare farina, cacao, lievito e vanillina e aggiungerli un po' alla volta al composto di uova e zucchero mescolando dal basso verso l'alto, unendo anche un po' alla volta l'olio d'oliva a filo. 
Aggiungere le pere tagliate a tocchetti e mescolare delicatamente.
(se non volete che precipitino troppo sul fondo potete versare la torta nella teglia e poi sopra mettere i pezzetti di pere).
Versare in una tortiera imburrata e infarinata di circa 26 cm di diamentro e cuocere a 180 °c per 35-40 minuti verificando la cottura con uno stuzzicadenti . 
A piacere si possono disporre sulla superficie della torta, prima  di infornarla, delle fettine non troppo sottili di pere sciroppate .
Se si usa la farina di riso la torta impiega un po' di più a cuocere.
Quando è fredda si può cospargere di zucchero a velo.



Muffin alla vaniglia.... con frutta fresca

muffin alla vaniglia con mele

Volete preparare un dolcetto facile e sfizioso per una prima colazione sana e tutta da assaporare? Allora vi consiglio questi muffin alla vaniglia e frutta fresca che sono troppo buoni :)
Finalmente la mia piccola Marti si è  ripresa da una serie di virus e batteri che l'hanno letteralmente aggredita da quando va a scuola materna ed è  potuta tornare a giocare con i suoi compagni di classe. Io, di contro, riesco a orgaizzare meglio il mio tempo e posso fare qualche esperimento in cucina.
Un po' di tempo  fa avevo trovato  una ricetta per preparare dei muffin e mi era ripromessa di provarla appena possibile, beh quel momento è finalmente arrivato.
Rispetto a quelli che preparo di solito ( qui ) questa versione prevede l'uso dello yogurt al posto del latte, per il resto è molto simile .

Per preparare 12 muffin occorrono:

ingredienti liquidi :
1 vasetto di yogurt bianco
70 gr di olio di semi di mais
20 ml di latte
essenza di vaniglia
2 uova intere

ingredienti "asciutti" o polveri :
250 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
120 gr di zucchero
1 pizzico di sale

una manciata di  mirtilli lavati e asciugati
4-5 fragole tagliate a tocchetti
1/2 mela a cubetti

Come tutti i muffin anche questi  si preparano con il semplice utilizzo di 2 ciotole, una per gli ingredienti solidi (le polveri) e una per quelli liquidi o umidi.
Poi la parte liquida  va versata nella ciotola delle polveri, si mischia appena il tempo di amalgamare e si versa una cucchiaiata per ogni pirottino inserito nella teglia per muffin.
Al centro di ogni muffin mettere a piacere qualche mirtillo o dei pezzetti di fragola, o dei tocchetti di altra frutta fresca (io ho usato le mele).
Ne ho preparati un po' alle fragole, altri alle mele e ai mirtilli.
Ricoprire con un'altra cucchiaiata di impasto.
Infornare a 180 per 20-25 minuti finchè appaiono dorati in superficie.

Forse anche grazie allo yogurt e la frutta fresca nell'impasto, il risultato finale è motlo morbido e piacevolmente umido . 
Sono ottimi per la prima colazione.

Se avete un po' di tempo preparateli anche la sera prima sono una sana alternativa alle merendine industriali.

Con questa ricetta partecipo all'iniziativa di "nonna-papera"






La torta dei puffi


torta puffi


Come ho già detto altre volte la mia passione per la cucina, in particolare per i dolci, mi porta spesso a mettermi all'opera non solo per la mia famiglia, ma anche per tante altre persone a cui voglio bene.
Proprio per questo motivo non mi tiro mai indietro quando si tratta di preparare torte e biscotti, soprattutto se sono per i bambini.
Oggi voglio rendervi partecipi di un "lavoro" realizzato un po' di tempo fa e di cui ho già postato tutte le preparazioni base, ma non avevo ancora inserito la foto della torta finita. 
Per me, che non ho molta dimestichezza con mmf e pasta di cereali per torte, si è trattato di un lavoro lungo e complicato, ma alla fine il risultato è stato molto apprezzato,soprattutto dalla festeggiata e daglia altri piccoli invitati alla sua festa di compleanno.
E' stata una vera soddisfazione.

Col senno di poi (e se avessi avuto più tempo a disposizione) penso che avrei dovuto decorare la base  anche con fiorellini e funghetti piccoli per dare l'idea che la casa-fungo dei puffi fosse su uno scorcio di prato, la prossima volta farò tesoro dei miei errori.

Metto i link delle pagine in cui ho inserito le varie ricette che occorrono per realizzarla, spero vi piaccia!

Il pan di spagna  era da 8 uova e per la preparazione vedere  qui .
Ho usato una teglia di circa 28 cm di diametro e l'ho riempito con una crema pasticcera a cui avevo mescolato pezzettini di cioccolato fondente.

Per la ricetta del fondente di marshmallow vedere qui .


mi sono serviti:
300 gr di caramelle morbide marshmallow
circa 700 gr di zucchero a velo (tra quello necessario nell'impasto del fondente e quello per spolverizzare mani e piano di lavoro).
e coloranti alimentari  - colori primari: blù-giallo-rosso - inoltre
l'ho preparato il giorno prima perchè così si lavora meglio.

Per il funghetto in pasta di cereali vedere qui .


I personaggi dei puffi però erano già pronti, a mano non sarei stata in grado di realizzarli, ma prima o poi ci provo :)

La torta è stato un vero successo e prossimamente dovrò prepararne altre due simili che mi hanno richiesto due bimbe speciali . . . a cui non posso proprio dire di no :)


Ho solo questa foto un po' sfocata ma appena riesco ad averne una più nitida la inserisco, a presto!!






I bignè alla crema per S. Giuseppe con foto passo passo


bignè alla crema


Il 19 marzo si festeggia uno dei santi più importanti della tradizione Cristiana : S. Giuseppe il padre  di Gesù, o meglio , quello che adempì tutti i doveri di padre nei confronti di Gesù e che tutti quindi consideravano tale.
Egli, pur appartenendo alla stirpe di Re Davide, era povero e viveva del frutto del suo lavoro e morì tra le braccia di Gesù e di Maria.
Il 19 marzo proprio in suo onore  è stata istituita la festa del papà e come ogni festa che si rispetti anche a tavola ha i suoi dolci rappresentativi. Nel Lazio (a Roma e dintorni) si prepara il bignè di San Giuseppe,  mentre in altre zone d'Italia c'è la  zeppola di S. Giuseppe.
Io adoro i bignè sia dolci che salati e quelli fritti sono stragolosi, ma ad essere sincera friggere non è tra i miei metodi di cottura preferiti (però questo bignè per essere fatto a regola d'arte  deve essere fritto) .

Ma come tante  altre ricette  si può fare una versione "light" in cui il bignè viene cotto in forno (non è la stessa cosa, lo so!) e alla fine si tratta semplicemente di un  classico bignè alla crema.
Vi assicuro però che  spariranno in un lampo anche  se non li friggete come tradizione comanda :).

Bignè di San Giuseppe

crema pasticcera
Ingredienti : circa 500 gr  (vedi la ricetta qui)
va preparata  prima dei bignè in modo che nel frattempo si raffreddi

Ingredienti per i bignè (per 20 pz) :
95 ml di acqua
2 cucchiai di latte
2 uova e 1 tuorlo
70 gr di burro
90 gr di farina (ho usato quella antigrumi del Molino Chiavazza)
la scorza di 1/2 limone
un pizzico di sale


Procedimento:
Mettere l'acqua sul fuoco con latte e il burro e un pizzico di sale portare ad ebollizione e togliere dal fuoco quindi  aggiungere tutta la farina e mescolare bene.

Rimettere a cuocere a fuoco moderato continuando a mescolare con un cucchiaio di legno finchè il composto inizia a formare una palla al centro del tegame staccandosi dalle pareti.
A questo punto togliere di nuovo dal fuoco e lasciare intiepidire (fase 1)

impasto per bignè fase 1
Quando è tiepido (ma non del tutto freddo) aggiungere e incorporare le uova, uno alla volta.
Poi unire anche la buccia di limone grattato (fase 2)

impasto per bignè fase 2

Mettere il composto in una ciotola  e lasciarlo riposare in frigo almeno mezz'ora.

bignè pronti per essere cotti fase 3


Imburrare una teglia e ricavare dall'impasto delle palline grandi come noci (fase 3), cuocere in forno caldo a 190-200°c abbassando la temperatura di 10°c dopo i primi 15 minuti e sfornare non appena sono dorati e gonfi (fase 4).



bignè appena sfornati fase 4
Lasciarli raffreddare, riempirli di crema pasticcera e cospargere di zucchero a velo.

bignè alla crema foto 1


bignè alla crema foto 2

Auguri a tutti i papà!!!


Con questa ricetta partecipo al contest:

.





Crostata alla frutta

crostata di frutta fresca


Buona domenica!
Il dolce che vi propongo oggi è una crostata di frutta. 
Sta arrivando la primavera (anche se oggi il tempo fa i capricci), sugli scaffali dei supermercati c'è un'esplosione di colori e la frutta è sempre più colorata e gustosa.
Mi è venuta voglia di preparare questo dolce, mi piace così tanto da averlo addirittura scelto come torta per il mio 18esimo compleanno - qualche annetto fa, ma questa volta è pronta per festeggiare tutti i papà, specialmente quello dei miei due cucciolotti ed il mio papà.


Questi sono gli ingredienti :

per la frolla
300 gr di farina 00
2 rossi e 1 uovo intero
1 pizzico di sale
120 gr di zucchero
125 gr di burro
un aroma a piacere tra buccia di limone o vaniglia
1/4 di cucchiaino di lievito per dolci
(questa dose di frolla per una teglia da 24 cm è troppa, quindi ve ne avanzerà un po')

per la crema pasticcera
4 rossi d'uovo
125 gr di zucchero
35 gr di amido di mais
buccia di limone
100 ml di panna fresca non montata
400 ml di latte intero

per guarnire usate frutta fresca mista a vostro piacimento e se piace anche della frutta sciroppata, nel mio caso :
250 gr di fragole
100 gr di pesche sciroppate
2 - 3 kiwi
alcuni mirtilli

gelatina per dolci in polvere per decorare

Preparazione:
La frolla l'ho preparata lavorando burro e farina sabbiando il composto, ho poi aggiunto lo zucchero, le uova, il lievito e la buccia di limone (aroma prescelto).  
Bisogna poi amalgamare velocemente tutti gli ingredienti, formare una palla e lasciar riposare in frigo per mezz'ora. 

Il guscio di frolla l'ho preparato con un paio di giorni di anticipo foderando una teglia da 24 cm, lasciando un bordo di circa 1 cm e bucherellando bene il fondo,  cuocendola per circa 20 minuti a 180°c  ricoperta di carta di alluminio  su cui avevo versato del sale grosso ( si possono usare anche legumi secchi, ma il sale è più economico e si distribuisce meglio). 
Dopo 15 minuti di cottura si toglie il sale e l'alluminio e si cuoce finchè diventa legermente dorata, ci vogliono almeno altri 5 minuti (ma come si sa ogni forno ha i suoi tempi).

Per la crema pasticcera vi rimando al post specifico che ho pubblicato poco tempo fa, lo trovate qui .

guscio di frolla ripieno di pasticcera


Assemblaggio della torta:

Ho spennellato leggermente la frolla con il succo delle pesche sciroppate, poi ho riempito con crema pasticcera, ho decorato con la frutta pulita e tagliata e spennellato con la gelatina per dolci... e questo è il risultato !


crostata di frutta fresca


Alcuni semplici accorgimenti utili  per migliorare il risultato finale:

- Se si assembla la torta  con qualche ora di anticipo la crema pasticcera ammorbidisce un po' il guscio di frolla. 
- Dopo aver messo la crema e aver coperto tutto con la pellicola io l'ho tenuta in frigo aggiungendo la frutta solo poco prima di mangiarla per far si che non diventasse scura e assumesse quel'aspetto  "appassito" che ha la frutta  sbucciata da un po' .
-Il guscio di pasta frolla potete prepararlo anche un paio di giorni prima per anticiparvi il lavoro. Basta farlo rafreddare e tenerlo ben chiuso in un sacchetto di plastica o carta fino al momento di usarlo.
- L'impasto della frolla si  aromatizza in tanti modi diversi per esempio con semi o estratto di vaniglia, buccia di limone grattugiata finemente o vanillina e questo serve anche a far sentire meno il sapore dell'uovo.

Con questa torta partecipo al contest :



P.S. Le foto le ho scattate prima di mettere la gelatina perchè temevo che lucidando la superficie  riflettesse troppo il flash, rendendo le immagini peggiori del solito.

Besciamella

besciamella


Oggi vi posto la ricetta della besciamella classica perchè stò preparando il pranzo per domani e questa è tra gli ingredienti.
Fare la besciamella è facilissimo basta fare attenzione a poche semplici regole per ottenere un ottimo risultato finale senza grumi.

Per ottendere circa 1 kg di besciamella occorrono:


ingredienti:
1 lt di latte intero
50 gr di burro
50 gr di farina 00
un cucchiaino raso  di sale
un pizzico di noce moscata grattugiata

preparazione:
In un pentolino intiepidire il latte. In un altro tegame sciogliere il burro e mescolare delicatamente la  farina ottenendo una crema chiara (roux chiaro). 
Togliere il roux dal fuoco e unire velocemente il latte  continuando a mescolare con una frusta. Continuare a mescolare a fuoco basso finché il composto comincia ad addensare.
Salare e unire la noce moscata.





Pepite al cioccolato e pinoli

Pepite al cioccolato e pinoli


Fare biscotti per me rappresenta il lato più semplice e divertente della pasticceria perchè si ottengono quasi sempre risultati soddisfacenti e anche perchè si possono personalizzare le ricette senza rischiare di fare dei veri pastrocchi.
Una delle basi di partenza più usate per la preparazione dei biscotti di pasta frolla è la seguente :
si parte dal burro ammorbidito, si amalgama con lo zucchero, poi si incorporano le uova la farina prescelta e i vari ingredienti che ne determinano il gusto. 
Variando le dosi degli ingredienti, la guarnizione e gli aromi si possono ottenere infinite combinazioni.

Ieri sera leggendo un piccolo libricino che parlava solo di biscotti mi è venuta l'idea di "inventare" un biscotto tutto mio.

Certo non è che io abbia  inventato chissa quale preparazione originale e fuori dall'ordinario (anzi magari già altre centinaia di persone è venuta la stessa idea ), ma partendo dalla preparazione base ho aggiunto due cose che amo alla follia : cioccolato e frutta secca (in questo caso i pinoli) ottenendo così un biscotto molto sfizioso, ma anche semplicissimo da fare.

Ingredienti:

100 gr di burro o margarina ammorbidito
125 gr di zucchero semolato
270 gr di farina 00
2 uova
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
1 cucchiaino di aroma di vaniglia o della buccia di limone grattugiata
1 pizzico di sale
50  - 60 gr di cioccolato fondente a pezzettini
60 gr di pinoli leggermente tostati

Preparazione:
Tirare fuori dal frigo il burro almeno un'ora prima e lasciarlo ammorbidire. 
In una ciotola mettere il burro a pezzetti e lo zucchero e mescolare con un cucchiaio di legno ottennedo una crema. 
Incorporare un uovo alla volta .
Poi unire la farina setacciata con il lievito, l'aroma di vaniglia (o la buccia di limone) e il sale.
Infine aggiungere cioccolato e pinoli.
Lavorare velocemente l'impasto, formare una palla e lasciarlo riposare in frigo per mezz'ora. 
Se l'impasto risulta un po' appiccicoso non fatevi prendere dalla tentazione di aggiungere altra farina, solo un po' sulle mani per riuscire a lavorare bene altrimenti otterrete dei "sassolini" .
Formare delle palline grandi come noci e cuocere in forno a 180 °c per circa 20 minuti. 

biscotti con cioccolato e pinoli prima della cottura

Disporli nella parte medio alta del forno altrimenti colorisco troppo sul fondo e sfornare quando sono leggermente dorati. 

pepite di cioccolato e pinoli appena sfornate

Una volta freddi si possono cospargere di zucchero a velo vanigliato


Con questa ricetta partecipo al contest :


partecipo alla raccolta di Irina


Torcetti ai tre sapori

torcetti ai tre sapori


Mamma mia che domenica impegnativa!
I figli danno sempre tanto da fare però ci riempiono il cuore di orgoglio e soddisfazione .
Dopo essere stati fuori per buona parte della giornata per seguire mio figlio impegnato  in gare sportive (in cui si è distinto egregiamente), finalmente trovo il tempo di postare questa stuzzicante ricettina.


Ci sono momenti in cui mi prende la voglia di preparazioni salate, non perchè rinnego la mia passione per i dolci, ma per non avere troppe torte e biscotti in giro per casa : sono una tentazione spesso irresistibile, ahimè!
Ma se la scatola dei biscotti è piena e c'è ancora un pezzetto dell' ultima torta fatta qualche giorno prima posso permettermi di sperimentare anche degli stuzzichini salati.

Ieri sera avevo in mente di preparare il pane con la mdp e  avevo già avviato il programma  poi, sfogliando un libro di cucina comprato in allegato al "corriere della sera" qualche anno fa, ho trovato la ricetta di questi torcetti fatti con la pasta di pane.
Ero troppo curiosa di provarli così ho preso l'impasto pronto prima che iniziasse la cottura e mi sono messa all'opera.

Ingredienti per circa 30 pz della lunghezza di 20-25 cm :
350 gr di pasta per pane pronta
olio d'oliva
semi di sesamo q.b.
paprika dolce q.b.
olive denocciolate q.b.

Preparazione:
Bisogna stendere molto sottile la pasta per pane con il mattarello e formare un rettangolo dividendolo poi in tre parti .


Spennellare tutti e tre con un mix di qualche cucchiaio di acqua e olio d'oliva. Poi si cosparge un rettangolo con semi di sesamo, uno con paprika dolce e uno con pezzetti di olive.
A questo punto si tagliano delle strisce di circa 2 cm di larghezza e si arrotolano torcendole letteralmente su se stesse.


Per quella alla paprika e alle olive ho lasciato la guarnizione all'interno, per quelle al sesamo ho arrotolato in modo che i semini rimanessero all'esterno per farli tostare bene.

Si cucinano poi in forno caldo a 190 °c per circa 10-15 minuti, finché diventano ben dorati.




C'è una cosa da tenere in considerazione : siccome si tratta di pasta per pane  questi pseudo-grissini tendono a diventare molli e un po' gommosi quando si raffreddano quindi, se si preparano in anticipo, è meglio rimetterli in forno ben caldo per qualche minuto prima di consumarli.


Con questa ricetta partecipo al contest di "Scamorze ai fornelli" :









Cupcakes al cacao



Accanto ai miei tanto amati piatti tradizionali adoro sperimentare ricette assolutamente fuori dall'ordinario per me, è il caso di questi  cupcakes.

cupcakes al cacao
Sono dolcetti che mi hanno sempre incuriosito ed ho già sperimentato in un paio di versioni  di grande successo ( al tiramisù che trovate qui e per halloween che trovate qui). Oggi  invece vi propongo i cupcakes al cacao, nati  per caso.

Avevo visto su youtube un video di "Magnolia Bakery" (la famosa pasticceria di New York specializzata nella produzione di questi tortini) e  ne ero rimasta stregata.

La video ricetta illustrava come preparare  i red velvet cupcakes  ed avevo tutte le intenzioni di farli così anche io, salvo accorgermi all'ultimo momento che non avevo in casa il colorante rosso :( Così ho usato tutti gli ingredienti tranne questo e  anzichè  di colore rosso "velluto" i miei tortini sono venuti marroni.
Anche trovare  il latticello  non è stato facile, ma  alla fine  ce l'ho fatta (c'era solo al lampone e ho dovuto espatriare per comprarlo , l'ho preso  in Svizzera - a pochi km da casa mia :D ).

Li ho decorati con un frosting classico al formaggio cremoso  e  confettini colorati .
Avevo in casa il philadelphia light in vaschetta, ma il migliore per realizzare il frosting è quello normale in panetti, il mio frosting infatti fuori dal frigo è diventato un po' troppo molle.
Grazie al latticello i tortini sono venuti morbidissimi, assolutamente da provare, con un leggero retrogusto di lampone ma molto buoni.

Naturalmente se avete del colorante rosso basterà aggiungerne 3 - 4  cucchiai e ridurre il cacao a 1 cucchiaino   e   avrete dei red velvet cupcakes!

cupcake al cacao




Per 12 cupcakes:
220 gr di farina 00
250 gr di zucchero semolato (io ne ho messo 215)
85 gr di burro morbido a temperatura ambiente
1 uovo e 1 tuorlo (ma se sono uova piccole potete metterne 2)
1 pizzico abbondante di sale
1 cucchiaino raso di bicarbonato
1 cucchiaino di aceto bianco
1 cucchiaio da tavola di cacao amaro
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
120 ml di latticello (se non lo trovate  può essere sostituito con un composto della stessa quantità formato da metà latte e metà yogurt )

Per il frosting al formaggio cremoso:
110 gr di zucchero a velo
qualche goccia di estratto di vaniglia (io ho usato aroma pane angeli)
70 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
160 gr di formaggio spalmabile (meglio in panetti che in vaschetta perchè è più solido)
eventualmente colorante alimentare per il frosting e zuccherini colorati per decorare.


Preparazione dei cupcakes :
1 - Preparare una teglia per muffin da 12 pz inserendovi  dei pirottini di carta usa e getta.
2 - Lavorare il burro morbido e montarlo un po' con le fruste. Unire lo zucchero un po' per volta, continuando a montare il tutto.
3 - Unire un uovo facendolo incorporare bene prima di aggiungere l'altro. 
4 - Mescolare cacao colorante ed estratto di vaniglia eaggiungerli alla preparazione.
5 - Incorporare la farina setacciata un po' alla volta alternandola al latticello.
6 - Infine mescolare in una ciotolina bicarbonato e aceto farli schiumare e unire anche questi.
Versare il composto nei pirottini riempiendoli poco oltre la metà, circa a 2/3 della loro altezza. Cuocere a 180°C per circa 20 minuti finche infilando uno stuzzicadenti al centro del tortino ne fuoriesce asciutto.

Preparazione del frosting :
1- tirare fuori dal frigo il burro e farlo ammorbidire a temperatura ambiente
2 - montare il burro con le fruste elettriche fino a renderlo soffice 
3 - aggiungere ad esso i cubetti di philadelphia freddo di frigo  continuare a montare con le fruste facendolo incorporare bene
4 - una volta unito tutto il formaggio aggiungere un pizzico di sale e l'aroma di vaniglia
5 - aggiungere lo zucchero a velo setacciato mescolando con le fruste a velocità bassa
6 - mettere il frosting in frigo per almeno mezz'ora
7 - se si desidera colorare il frosting dividerlo in varie ciotole e aggiungere in ognuna qualche goccia del colorante scelto
8 - decorare i cupcakes utilizzando una sacca da pasticcere con la bocchetta a stella o liscia.

Si possono lasciare i tortini a temperatura ambiente per qualche ora e se le temperature sono "tropicali", contro ogni indicazione, è meglio tenerli in frigo per evitare che il formaggio che li ricopre si deteriori, eventualmente si possono tirare fuori almeno mezz'ora prima di consumarli.




interno del cupcake al cacao



Con questa ricetta partecipo al contest  di "Nuvole di farina" :


Torta soffice al cioccolato fondente


Torta soffice al cioccolato fondente


La torta al cioccolato fondente che preferisco in assoluto l'ho già postata tempo fa ed è uno dei miei post più visti .
Ma un po' di tempo fa su Coquinaria.it ho trovato una versione in tutto e per tutto simile alla mia  sia negli ingredienti che nella preparazione . Mi era venuta subito voglia di provarla perchè  nei forum e  nei blog che la riproponevano (come quello di  I dolci di Pinella , che l'ha postata pochi gioni fa) tutti dicevano che era soffice e buonissima.
Sapete che vi dico !? E' vero.
Ieri sera, messi  a nanna i pargoli, l'ho provata e devo dire che ne sono molto soddisfatta.
Rispetto alla mia versione (un po' più asciutta)  questa  è più umida e soffice .
A me piacciono entrambe, a voi consiglio di provarle e decidere qual'è la vostra preferita.


Ingredienti
280 gr di zucchero (io ne ho messi 240 gr)
200 gr di farina 00
150 gr di burro ammorbidito
100 gr di cioccolato fondente sminuzzato
3 cucchiai rasi di cacao amaro (io ne ho messi 2)
4 uova - separare i tuorli dagli albumi -
1 bicchiere di latte appena tiepido
1 bustina di lievito per dolci
1 bicchierino di sambuca (o altro liquore tipo rum, sassolino, strega)
aroma di vaniglia (facoltativo)

Preparazione:
Preriscaldare il forno a 170°C.

 Lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero.

burro e zucchero lavorato a crema












Incorporare un rosso d'uovo alla volta. 



composto a cui ho unito i rossi d'uovo











A parte montare gli albumi a neve ferma.
Setacciare farina, cacao, lievito e vanillina (se avete scelto di mettere anche questa) e aggiungerli un po' per volta al composto di burro zucchero e uova alternando la farina al latte e aggiungere anche il liquore.
Unire poi le scagliette di cioccolato e mescolare bene.

composto a cui ho unito il latte e il liquore











Unire poi delicatamente gli albumi montati a neve.


torta pronta per essere infornata












Cucinare in forno per 35/40 minuti, finche infilando uno stuzzicadenti nel centro della torta questo non esce asciutto.
Quando è fredda spolverare di zucchero a velo vanigliato.







Focaccia semplice e croccante

focaccia semplice e croccante


Buona domenica! Oggi vi propongo una ricetta semplice e gustosa, velocissima da preparare e perfetta per una cenetta veloce e frugale . . . come sono di solito le nostre cene della domenica.
Potete impastarla nel pomeriggio e per l'ora di cena sarà pronta da gustare.

Qualche giorno fa nel mio blog roll è saltata fuori una foto molto stuzzicante di una bella focaccia al rosmarino. La ricetta aveva tutti i requisiti che ritengo fondamentali in un piatto (semplicità, facilità di esecuzione, rapidità di preparazione...) così nel giro di poche ore già cuoceva nel mio forno.

focaccia semplice e croccante

Voglio ringraziare Laura del blog Pane e olio per averla postata : è stato un successone.
Ho preparato solo metà della sua dose perchè 600 gr di farina mi sembravano  troppi, ma poi siamo finiti a litigare per chi doveva mangiare l'ultima fetta, la prossima volta non farò lo stesso errore :D

Vi riporto le dosi della "mia" ricetta con cui si ottiene una focaccia rettangolare 25x35 cm.

Ingredienti:
300 gr di farina manitoba
mezza bustina di lievito di birra secco o mezzo panetto fresco
1 cucchiaino di zucchero
3 cucchiai di olio  e. v. di oliva
1 cucchiaino di sale
circa 180 ml di acqua appena tiepida
 
Per completare :
2 - 3  cucchiai di olio e.v. d'oliva
4 cucchiai di acqua
un po' di sale grosso e del rosmarino 

focaccia pronta per la cottura


Preparazione:
Sciogliere il lievito in poca acqua e  zucchero. Mettere la farina e il resto degli ingredienti in una ciotola aggiungere il lievito sciolto e impastare bene . Dopo aver lavorato  l'impasto per qualche minuto lasciarlo lievitare per un paio di ore coprendo la ciotola con un panno.

Ho steso la focaccia con le mani direttamente nella teglia (che avevo leggermente imburrato) ed ho spennellato la superficie con un mix di acqua e olio cercando di lasciare  le impronte dei polpastrelli. Ho cosparso con un po' di sale grosso e del rosmarino e cotto in forno a 200°c per circa 20 minuti. Deve diventare un po' dorata.


Questa ricetta ha un costo complessivo di circa 2 euro ed è sufficiente per 4 persone.

Con questa ricetta partecipo al contest :


Carciofi alla romana

carciofi alla romana

Oggi una ricettina semplice e gustosa, non un dolce ma un contorno che adoro e voglio condividere con chi ama le verdure come me.
In genere mi piace "mangiare come parlo", anche se sono attratta e incuriosita da cibi di altri posti e culture, quindi sulla mia tavola la fanno da padrone pietanze che sono un classico della mia vita.
Tra queste i carciofi occupano un posto d'onore, mi piacciono praticamente cucinati in ogni maniera, ma li adoro nella più classica delle versioni cioè "alla romana". 
Mio marito pur essendo un buongustaio i carciofi invece li ha sempre odiati, finchè non ha assaggiato quelli cucinati da me :)ora fa anche il bis.
Preparati in questa maniera perdono molto del loro gusto amarognolo e diventano dolci e morbidi, si sciolgono letteralmente in bocca.

Ingredienti:
8 carciofi
2 cucchiai di prezzemolo
2 cucchiai di pan grattato
qualche foglia di mentuccia
1 spicchio di aglio
sale q.b.
8 cucchiai di olio e.v. d'oliva
un pizzico di pepe nero
acqua q.b.
1 limone - il succo -

Preparazione:
Pulire i carciofi dalle foglie più dure, se possibile lasciare attaccato un pezzo di gambo che va pelato.
carciofi in ammollo ina cqua acidulata

Mettere i carciofi in una bacinella piena di acqua acidulata con il succo di un limone e lasciarli così per almeno mezz'ora. 
Preparare intanto un trito di prezzemolo, menta, aglio e metterlo in una ciotola. Aggiungere un paio di cucchiai di olio d'oliva, sale e pepe.
trito di odori e pan grattato

Scolare e asciugare i carciofi e aprire un po' i petali, scavare l'interno con un coltellino appuntito cercando di togliere un po' di "barba". 



Riempire i carciofi con un po' di pan grattato e odori. Poi spalmare la superficie esterna  con l'olio d'oliva e salarli.
Mettere il restante olio d'oliva a scaldare in un tegame (se vi piace aggiungete uno spicchio di aglio lo fate rosolare un po' e poi lo togliete prima di proseguire), far rosolare i carciofi ponendoli prima e testa in giù e poi rigirandoli delicatamente su tutti i lati. 
carciofi sistemati per la cottura

Risistemare i carciofi adagiandoli capovolti sul fondo della pentola e aggiungere un paio di bicchieiri di acqua tiepida fino ad arrivare a metà altezza del carciofo stesso. Coprire con un coperchio e lascia cuocere a fuoco moderato per 30/45 minuti. 
Servire caldi o tiepidi ricoprendoli con un po' del sughetto rimasto sul fondo del tegame.
carciofi alla romana cotti

Ti piace il mio blog? Votalo su net-parade ! clicca sul banner sotto!

siti web

Trovi le mie ricette su gustosaricerca

Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Il bloggatore

Petitchef

Ricette di cucina

Riconoscimento Net-parade

sito web

Net parade

indicizzazione nei motori di ricerca

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza
piccole soddisfazioni

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza
Grazie!!

Contest "Sulemaniche"

Contest "Sulemaniche"
Sono arrivata tra i finalisti !!