Cerca nel blog

Traduci - seleziona lingua

Focaccine con mais e grano saraceno




focaccine con mais e grano saraceno



Oggi vi propongo una gustosa variante della mia ricetta preferita per fare in casa la focaccia morbida (ricetta per mdp).  
A sperimentarla per prima e poi suggerirmela è stata anche questa volta  Lara, che in cucina è un vero uragano di idee.

Si tratta di una alternativa che prevede l’utilizzo di una parte di farina di mais e di grano saraceno (ma va bene anche solo mais) la quale da alla preparazione un gusto più dolce, ma anche più rustico, la rende molto gustosa.

Inoltre vi propongo di preparare delle mini focaccine che una volta cotte diventano croccanti fuori e morbide dentro. Sono buonissime e molto pratiche, ve le consigli per la merenda dei bambini  o da mettere nel cestino del pic-nic in vista di una bella gita all’aperto.

Ma prima della ricetta vi voglio parlare dei benefici che il nostro organismo riceve dai cereali come il mais ed il grano saraceno.



Le proprietà del mais sono note: il mais apporta una ricca quantità di folato, sostanza necessaria per il buon funzionamento di DNA e RNA, le fondamenta chimiche della vita.

E' perciò indicato nei periodi di crescita, come l'infanzia e per le donne in gravidanza

Il mais è anche fonte di tiamina (vitamina B1), che aiuta a mantenere in forma le attività delle cellule cerebrali coinvolte: fa bene anche agli occhi, grazie alla presenza di beta carotene, che ritarda la degenerazione oculare legata all'età.
La vitamina B12 e l'acido folico del mais svolgono un'azione preventiva contro l'anemia causata da carenza di ferro. 
Chi ha problemi digestivi può trovare un alleato  nel  mais che contiene  fibre . Queste rallentano l'assorbimento degli zuccheri e contribuiscono a tenere a bassi i livelli di glicemia nel sangue.

Il mais inoltre, regola l'attività della tiroide e le funzioni metaboliche ad essa legate. 
Nel mais è contenuto un olio che regola il colesterolo nel sangue, abbassandone il livello.

tutte queste informazioni sul mais le ho trovate ( qui
 

numerose ed interessanti informazioni sul grano saraceno le trovate -  qui   e   qui -

Focaccine al mais


Impasto con mdp programma solo impasto 1 h e 30 minuti circa


Ingredienti per 12 focaccine 


200 g di farina manitoba

320 g di farina00

200 g di farina di mais e di grano saraceno mescolate insieme

430 ml circa di acqua

1 cucchiaino raso di zucchero

2 cucchiaini non troppo colmi di sale

20 g di lievito di birra fresco (o 1 bustina secco)

5-6 cucchiai di olio e.v. di oliva

acqua e olio q.b. per completare

sale grosso e rosmarino per guarnire


Preparazione



Impostare il programma impasto che di solito dura 1 ora e mezza e inserire prima gli ingredienti liquidi lo zucchero e il lievito, poi il resto degli ingredienti secchi.

Avviare il programma e una volta finito foderare due   teglie da forno con carta oleata e stendere delle focaccine di circa 12-15 cm di diametro maneggiando delicatamente l'impasto con le mani.

Formare delle fossette con le punte delle dita.

Ricoprire l'impasto con una abbondante emulsione di acqua e olio d'oliva e lasciar lievitare fino al raddoppio (almeno 30-40 minuti).

Cospargere la superficie con un po' di sale grosso e del rosmarino fresco a pezzettini  o altri ingredienti a piacere.



Cuocere a 180-190° c per circa 20 minuti, fino a doratura.
Vi ricordo inoltre che i tempi di cottura sono indicativi e possono variare di qualche minuto da forno a forno.


Questa ricetta è una variante della mia ricetta preferita per preparare la focaccia con macchina del pane (qui


Auguri a tutti i lavoratori e buon primo maggio !!!


Con questa ricetta partecipo al contest di Molino Chiavazza dedicato proprio alla focaccia : 


Il loertis



Il Loertis 
foto tratta dal sito http://www.fiera-loertis.it

Oggi voglio parlarvi di questi gustosi germogli selvatici di cui ho scoperto l’esistenza solo alcuni giorni fa grazie alla mamma di una amica che dopo essere  andata a raccoglierli  ce ne ha inviato un “campione gratuito”  da provare.
Li ho trovati particolarmente gustosi e consiglio a chiunque risieda nelle zone in cui questa pianta cresce spontaneamente di cercarli per sperimentare ricette gustose e dal sapore molto particolare.


E' il  loertis  ( detto anche luertis o luertiis), questo è un temine dialettale con il quale in lombardia  si  definisce il luppolo comune (Humulus lupulus).


Si tratta del  luppolo che viene usato  anche per la produzione della birra.



Ecco alcune notizie interessanti che ho trovato sul sito http://www.fiera-loertis.it

Il loertis è una pianta perenne, rampicante e cespitosa.
Si arrampica da destra verso sinistra grazie a peli rigidi e ricurvi e può raggiungere i 7 m di altezza.
 ................
Le infiorescenze femminili del loertis si usano nella preparazione di liquori casalinghi e grappe amaro toniche. I germogli si prestano per minestre, zuppe, risotti, frittate o, semplicemente, per essere lessati e conditi con olio extravergine d'oliva, sale e aceto.

Il loertis è piuttosto diffuso nella bassa bresciana e anche in altre zone dell’alta Lombardia e lo si trova in cespugli e siepi, in luoghi freschi, rive dei fossi, terreni incolti e umidi, boschi .
Germoglia in Marzo-Aprile.

I loertis, impropriamente definiti i parenti poveri degli asparagi, sono una vera prelibatezza primaverile; si utilizza la parte alta detta "turione", teneri germogli ricchi di fibre, vitamina A e C, minerali, soprattutto potassio, e con pochissime calorie. Da raccogliere durante rilassanti passeggiate in campagna. I loertis sono ottimi nella frittata, nel risotto o sulla pasta .


Qui invece trovate alcune ricette da provare con il LOERTIS

 FRITTATA CON LOERTIS


Ingredientper 4 persone :


un mazzolino di loertis (circa 200-300 g)

4 uova

2 cucchiai di grana grattugiato

prezzemolo e  basilico tritati

aglio, sale e pepe q.b.

olio e.v. di oliva e burro q.b.


Preparazione :


Innanzitutto raccogliere il loertis in primavera, quando le siepi sono di un bel verde, spezzettare i loertis, lavarli e lessarli in acqua bollente salata per circa 6-7 minuti.



Intanto che questi cuociono battere uova, grana grattugiato,  prezzemolo,  basilico, sale e pepe.



Prendere una padella, metterla sul fuoco  scaldare una noce di burro e un paio di cucchiai di olio d’oliva,  unire un po’ di aglio tritato ed infine i loertis lessati e scolati bene.



Soffriggerli un po’, mescolando delicatamente, poi aggiungere le uova battute e far cuocere come una normalissima frittata. Rigirare a metà cottura e servire ben calda.




RISOTTO AL LOERTIS 



Ingredienti per 4 persone :


1,5 l di brodo vegetale ben caldo

300 g di riso (arborio, carnaroli o vialone nano)

200 - 250 g di loertis crudi puliti lavati e spezzettati

1 cipolla o scalogno tritato

Sale q.b.

Grana padano qualche cucchiaio

Burro per soffriggere e mantecare q.b.


Preparazione :





Preparare del brodo vegetale, magari utilizzando delle verdure fresche .

Imbiondire lentamente nel burro la cipolla tritata (o lo scalogno), rosolare il riso a fuoco vivace e sfumare con vino bianco secco, lasciandolo evaporare.

 Abbassare la fiamma .

Unire  i loertis  e mescolare con un cucchiaio di legno facendoli appassire un  prima di aggiungere poco per volta il brodo bollente, fino a portare a cottura il riso.

Aggiustare di sale.

Mantecare con una noce di  burro e aggiungere parmigiano grattugiato.

Prima si servire in tavola lasciar riposare per un paio di minuti a pentola coperta e fuoco spento.

Frolla di farro integrale all'olio d'oliva con foto passo-passo

crostata con frolla al farro e olio e.v. oliva


La ricetta che ho provato questa domenica è molto particolare e va sempre nella direzione della mia ricerca di dolci, oltre che un po' diversi dal solito, salutari e buoni.

Ho voluto sperimentare questa frolla integrale realizzata prevalentemente con farina di farro biologica macinata a pietra e con l'olio extra vergine di oliva al posto del burro, per completare ho preparato una crostata utilizzando la composta di more selvatiche che avevo preparato l'estate scorsa e quella di fragole, sempre home-made (nella foto sopra).

Quindi un dolce dal gusto rustico e particolare che spero vi piaccia.


Frolla al farro integrale ed olio extra vergine di oliva


Ingredienti :

200 g di farina di farro integrale e bio tipo 1
100 g di farina 00
140 g di zucchero di canna
2 uova
80 ml di olio e. v. di oliva 
un pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito per dolci

Preparazione :

Per preparare la frolla con olio d'oliva si deve seguire un metodo speciale che richiede innanzitutto la preparazione di una emulsione di olio e uova, una  maionese, per poi procedere in maniera del tutto simile alla frolla classica.

Ecco i  10 passi fondamentali, con foto passo-passo, per preparare una perfetta frolla all'olio .

1. separare i tuorli dagli albumi tenendo questi ultimi da parte
2. utilizzando un minipimer frullare i tuorli con un pizzico di sale e aggiungere l'olio versandolo a filo continuando a frullare
3. una volta realizzata la maionese lasciarla riposare in frigo per almeno mezz'ora (foto 1)


maionese per la frolla all'olio - foto 1 -



trascorsa la mezz'ora di riposo riprendere la maionese e proseguire nella preparazione : 


4. versare le farine con il lievito in una ciotola

5. fare un cratere nel centro della farina e versarvi lo zucchero in mezzo (foto 2)

farine e zucchero per la frolla all'olio - foto 2 -


6. porre la maionese sullo zucchero e con l'aiuto di una forchetta cominciare a mescolarli senza incorporare la farina che si trova intorno (foto 3)

mescolare la maionese con lo zucchero - foto 3 -

7. una volta che la maionese e lo zucchero saranno amalgamati fra loro cominciare a incorporare anche il mix di farine prima con la forchetta e poi lavorando il tutto con le mani come si fa per la frolla normale (foto 4)

foto 4

8. fatto ciò si devono aggiungere gli albumi e fare un bell'impasto omogeneo (foto 5 e 6)

foto 5
foto 6











9. formare un panetto e avvolgerlo nella pellicola ponendolo a riposare in frigo per circa 30 minuti.


10. trascorso il tempo di riposo lavorare la frolla con le mani che da prima si sgretolerà un po', ma pian piano che verrà riscaldata con le mani , sarà omogenea e malleabile e potrà essere utilizzata per preparare crostate, biscotti ecc..



Ti piace il mio blog? Votalo su net-parade ! clicca sul banner sotto!

siti web

Trovi le mie ricette su gustosaricerca

Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Il bloggatore

Petitchef

Ricette di cucina

Riconoscimento Net-parade

sito web

Net parade

indicizzazione nei motori di ricerca

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza
piccole soddisfazioni

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza
Grazie!!

Contest "Sulemaniche"

Contest "Sulemaniche"
Sono arrivata tra i finalisti !!