Cerca nel blog

Traduci - seleziona lingua

Pan brioche impasto adatto anche a mdp



treccia di pan brioche



Una ricetta super veloce e di vero effetto ! 
Il pan brioche preparato con  la mia insostituibile e affidabile macchina del pane ( mdp ).

Una treccia di pan brioche che  va bene se siamo a corto di pane, o se dobbiamo organizzare una cena un buffet per una qualsiasi festa ?! Vi consiglio di prepararla almeno una volta per provare,  non saprete più rinunciarvi.



Treccia di pan brioche 


Per una treccia di circa 1 kg

600 g di farina 0
2 cucchiaini rasi di sale fino
10 - 15 g di zucchero
250 ml di latte
50 ml di olio extra vergine di oliva o olio di semi di mais 
1 uovo
5 g di lievito di birra secco

per spennellare : un tuorlo e qualche cucchiaio di latte


Preparazione

Versate prima gli ingredienti liquidi a temperatura ambiente e l'uovo nel cestello della macchina del pane (o qualsiasi altra impastatrice), aggiungete poi gli ingredienti secchie e avviate il programma impasto .
Se desiderate una brioche più dolce mettete un cucchiaio in  più di zucchero, se volete potete provare anche a mescolare tipi diversi di farina. Al posto del latte vaccino va benissimo anche il latte vegetale di soia o di cereali.
Oggi io, ad esempio,  l'ho preparata utilizzando 200 g di farina integrale e 400 g di farina 0 e visto che la farina integrale assorbe più liquidi ho dovuto aggiungere qualche cucchiaio  di latte in più rispetto alla quantità prevista dalla ricetta.


Trascorso il tempo di lievitazione dividete in due l'impasto e formate due filoncini lunghi e abbastanza sottili, attorcigliateli fra di loro e spennellate con uovo e latte sbattuti insieme.





Disponete questa treccia su una teglia ricoperta di carta da forno e lasciate che raddoppi di volume nel forno spento e, in inverno, lasciate la luce del forno accesa (ci vorrà circa un'ora).

Togliete la teglia dal forno e riscaldatelo a 200 °, infornate ora nella parte medio bassa e cucinate a forno statico per circa 30-35 minuti. Se la treccia colora troppo in superficie, dopo i primi 15 minuti di cottura abbassate la temperatura a 190°.



Focaccia pugliese con pomodorini e olive


focaccia pugliese pomodorini e olive


Oggi vi propongo la mia versione della focaccia pugliese. 
Si tratta di una torta salata rustica la cui ricetta appartiene alla tradizione povera e contadina italiana.
Ho voluto provare a realizzarla con farina integrale e lievito di birra, la ricetta originale prevede il lievito madre, ma per quello occorrono tempi di lievitazione molto più lunghi.

Focaccia pugliese integrale con olive e pomodorini

per una focaccia da 26-28 cm di diametro


250 g di farina 0
150 g di farina integrale
200 g di patate lesse schiacciate 
1 cucchiaino raso di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
4 g di lievito di birra secco (oppure 1/2 cubetto di lievito di birra fresco)
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
220-240 ml circa di acqua a temperatura ambiente 

per la salamoia 2 cucchiai di olio, due di acqua e 2 pizzichi di sale

per la guarnizione 5-6 pomodorini maturi
una decina di olive verdi denocciolate

Preparazione


Versate tutti gli ingredienti in una ciotola e impastateli energicamente fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo (se avete una macchina del pane o impastatrice usate il programma impasto). 
La dose di acqua da aggiungere non è precisa perché tutto dipende dall'umidità degli altri ingredienti, mettetene 220 ml e continuate gradualmente ad aggiungerne qualche cucchiaio fino a far incorporare bene fra di loro gli ingredienti.
Io ho utilizzato circa 240 ml di acqua.

Lasciate riposare il panetto in una ciotola leggermente infarinata, copritelo con un panno, lasciatelo al riparo da correnti d'aria finché avrà raddoppiato di volume.

Stendete l'impasto in una teglia ricoperta di carta forno (o oliata) e lasciate lievitare ancora un'ora. 
Disponete sulla focaccia pomodorini tagliati a metà e olive verdi denocciolate, spennellate con una salamoia preparata mescolando 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva, due di acqua e due pizzichi di sale fino.


focaccia pugliese pomodorini e olive pronta da cuocere


Cuocete per 20 minuti a 200° (forno statico) nella parte medio bassa del forno, spostatela nella parte centrale e cuocete ancora per 10-15 minuti a 180 °.

Anche i tempi di cottura variano da forno a forno, tenetene conto. 

Buon appetito e buon fine settimana!


Insalata di polpo e gamberetti




insalata di polpo e gamberetti


Torno dopo tanto tempo con una delle ricette più amate dalla mia famiglia e da me.
Sono passati mesi, non mi è successo nulla di grave per fortuna, solo una "pausa di riflessione" che si protrae ormai da mesi e dalla quale faccio fatica a riemergere, spero che questo post mi sia da stimolo per il futuro.
Vi lascio una ricetta di pesce per un'idea di piatto gustoso a base di pesce per il venerdì, o qualunque altro giorno della settimana vogliate.
E' facilissima da realizzare e che si può preparare con un certo anticipo, anche il giorno prima, anzi preparata prima si insaporisce meglio ed è anche più buona.
L'ingrediente principale è il polpo : io preferisco comprare il polpo fresco abbastanza  grande, ma va benissimo anche il decongelato o congelato, evitate se potete il polpo "messicano" con il quale la resa, a mio avviso, è inferiore agli latri tipi di polpo.

Insalata di polpo e gamberetti 

ingredienti per 4 persone 

1 polpo di circa 800/1000 g pulito
300 g di gamberi grigi o precotti
qualche bastoncino di surimi
40 g olive verdi dolci denocciolate
carota
sedano 
aceto
alloro (facoltativo)
pepe nero in grani e in polvere
prezzemolo
sale 
olio e.v.o. 4-5 cucchiai

Preparazione

In una pentola abbastanza grande versate e portate ad ebollizione 4 lt di acqua a cui vanno aggiunti un po' di odori : carota, sedano, qualche fogliolina di prezzemolo, alloro (facoltativo), granelli di pepe, sale e 4 cucchiai di aceto bianco.

Appena l'acqua bolle immergete e tirate fuori il polpo dall'acqua bollente per tre volte, tenendolo per la sommità della "testa" (il sacco viscerale), immergerlo poi nel liquido e lasciar cuocere a fuoco moderato per circa 40 minuti (in pentola a pressione bastano 20 minuti).

Trascorso il tempo necessario provate il punto di cottura del polpo punzecchiandolo leggermente con la punta di un coltello se la carne non oppone troppa resistenza  è cotto.

Deve essere cotto "al dente" non deve cioè essere troppo molle altrimenti quando andrete a tagliarlo si disferà, quindi se non siete sicuri dei tempi di cottura cominciate a fare la prova già dopo 35 minuti.

Lasciate intiepidire il polpo nell'acqua di cottura e appena tiepido tiratelo fuori scolatelo e cercate di togliere con le mani parte delle cartilagini e della pelle che sono diventate troppo molli .
Tagliate il polpo a tocchetti della grandezza che preferite e unite i gamberetti cotti, sgusciati e senza filamento dell'intestino. 
Questi ultimi vanno lessati in acqua leggermente salata e qualche goccia di limone per circa 5 minuti.

Riducete a rondelle anche il surimi e le olive, salate pepate, condite con qualche cucchiaio di buon olio extra vergine di oliva e aggiungete se vi piace anche del sedano tagliato a tocchettini, scegliete i gambi più teneri che sono più adatti ad essere consumati crudi.

Mescolate il tutto in una terrina che riporrete in frigo fino a qualche momento prima di servirla.
L'insalata di mare è pronta .
Se volete ottenere un piatto unico aggiungete delle patate lesse tagliate a tocchetti.

Pizza fatta in casa impasto facile e veloce - errori da evitare .



pasta per pizza fatta in casa


Di solito la pizza a casa nostra si mangia nei week-end oppure è il piatto tappa-buchi per quando c'è poco tempo e in frigo "c'è l'eco" tanto è vuoto.
Spesso mangiamo pizza il sabato o la domenica sera a cena e quasi sempre si tratta di pizza fatta in casa.

Molte amiche mi dicono che non essendo esperte in cucina preferiscono ordinare pizze da asporto, andare a mangiare fuori o prendere basi per pizze già pronte nei supermercati.
Ammetto che a volte lo faccio anche io, soprattutto per mancanza di tempo.

Più spesso preferisco preparare in casa l'impasto base per pizza e quasi sempre mi avvalgo del valido aiuto della mia insostituibile macchina del pane. 
La macchina del pane è un piccolo ed economico elettrodomestico che ha innumerevoli potenzialità in cucina, le scoprirete man  mano che imparerete ad usarla. 
Io non possiedo nessun tipo impastatrice, planetaria e nemmeno il bimby, ma non potrei mai fare a meno della mia piccola macchina del pane. 
Se non avete nemmeno quest' ultima non preoccupatevi,  potete comunque preparare in casa un fantastico impasto per pizza nel giro di 10-15 minuti (più il tempo della lievitazione).

Pasta per pizza 
Impasto facile e veloce per pizza fatta in casa

pasta per pizza impasto base



ingredienti per 3/4 persone

200 g di farina 0 tipo manitoba 
400 g di farina 0 (io metto la farina tipo 2 che è meno raffinata della 0)
2 cucchiaini rasi di sale
340 ml circa di acqua a temperatura ambiente
1 cucchiaino raso di zucchero
2-3 cucchiai di olio extra vergine di oliva 
5 g di lievito di birra secco oppure 15 g di lievito fresco 

Preparazione

Se avete la macchina del pane versate nel cestello l'acqua il sale  e l'olio.
Unite le farine, lo zucchero e il lievito per ultimo (non deve entrare in contatto con il sale), avviate il programma solo impasto che a seconda del modello dura circa  1 ora e mezza - 2 ore.
Trascorso il tempo del programma l'impasto sarà pronto da stendere cuocere e guarnire a piacimento. Una olta disposta la pizza nelle teglie lasciatela lievitare ancora un po' così sarà ancora più buona.

Impasto realizzato a mano.

Se dovete impastare a mano vi basteranno 10 minuti più il tempo per la lievitazione ( 1 ora e mezza - 2 ore).

Versate in una ciotola le farine e il sale e mescolate. Unite lo zucchero all'acqua e scioglietevi dentro il lievito.

Versate acqua e lievito nelle farine, unite l'olio d'oliva e lavorate energicamente l'impasto con le mani per una decina di minuti . Ponete la pasta per pizza in una ciotola leggermente infarinata e praticate un taglio a croce sulla superficie, coprite con un panno umido e lasciate lievitare al riparo da correnti d'aria. Io lascio lievitare la pizza nel forno della cucina spento, in inverno lascio la luce accesa.


pasta per pizza pronta per la cottura


Vi riepilogo in sintesi quelli che sono gli errori da evitare al fine di ottenere una piazza perfettamente lievitata.

1 - mai far entrare in contatto il lievito con il sale, il sale uccide i microrganismi responsabili della lievitazione

2 - utilizzare sempre acqua con una temperatura tra i 25°c e i 37°c, anche le alte temperature (oltre i 37° c) uccidono il lievito

3 - far lievitare la pizza al riparo da correnti d'aria, diventerebbe dura in cottura.


Trovate questa e numerose altre ricette anche sul mio sito di ricette  vegane : Veganmania.it , passate a curiosare . . . io e la mia amica Stefania vi aspettiamo !



Frollini alla panna


frollini alla panna



La mia volitiva e determinata figlia seienne il mese scorso, in occasione della festa del papà, ha deciso che voleva a tutti i costi preparare dei biscotti tutta sola e sapeva esattamente quali e come farli : i frollini alla panna  a forma di fiorellini!

Ha voluto preparali senza aiuto da parte mia ( a parte il peso degli ingredienti) dall'impasto, alla realizzazione finale. Io li ho poi solo cucinati : per usare il forno è ancora troppo piccola!

Devo ammettere che se l'è cavata molto bene e non vi dico la faccia felice del papà che mangiava i biscotti preparati solo per lui .

Ho deciso di postare questa ricetta adatta anche ai bambini perché può tornare utile se decidete di passare un po' di tempo a pasticciare in cucina insieme ai vostri piccoli, è un modo divertente e rilassante per trascorrere un po' di tempo lontani da tv e videogiochi.

Si tratta di una ricetta di frollini alla panna molto facile, ideale per bambini che vogliono improvvisarsi piccoli chef. 
E allora:  mani e manine in pasta e mandatemi le foto così le inserirò nella pagina "Provate da voi". 




Frollini alla panna

per 16 frollini diametro 6 cm

200 g di farina 0
60 g di zucchero semolato
55 g di burro
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale 
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 uovo
4 - 5 cucchiai di panna da montare non zuccherata

Attrezzi necessari
una ciotola 
un mattarello
un coppa pasta
un piccolo stampino a forma di fiorellino, farfalla o altro (facoltativo)



Preparazione

Versate la farina, lo zucchero, il sale e  il lievito in una ciotola e mescolate. Unite il burro tagliato a pezzetti e cominciate ad amalgamare con le mani. Per finire unite uovo e panna e formate un impasto omogeneo e liscio. Formate una palla e avvolgetela nella pellicola trasparente. Lasciate riposare in frigo per 30 minuti.

Tirate l'impasto con il mattarello fino allo spessore di circa mezzo cm.

Con un coppa pasta di 6 cm di diametro ricavate 16 biscotti. Usate uno stampo più piccolo per fare dei piccoli fiorellini o farfalline da mettere al centro dei dischetti di biscotto.

Cuocete i biscotti in forno a 180°c per circa 15 minuti, finché saranno leggermente dorati, soprattutto intorno ai bordi.


Torta di mele e uvetta .








So che la torta di mele è onnipresente sul mio blog, è uno dei dolci che preferisco in assoluto. 
Ma siccome mi piace provarla sempre in nuove varianti ed è difficile trovare una ricetta di torta di mele che non mi piaccia, voglio condividere con voi le ricette che provo e le mie impressioni, difficilmente mi sentirete parlar male delle torte di mele, mi piacciono davvero tutte.

Ne esistono un'infinità di ricette diverse, le sono stati dedicati libri  e probabilmente si potrebbe scrivere per anni in internet parlando solo delle torte di mele, gli estimatori non mancherebbero. 

La ricetta di questa torta di mele con uvetta è buonissima ed è fra quelle che preparo più spesso, non mi delude mai. 

Sembra inoltre che questo per il mio blog sia il periodo dell'uvetta ! In realtà si tratta di un ingrediente economico e sano che cerco di usare per preparare dolci, ma anche in preparazioni salate.



Torta di mele e uvetta

ingredienti per una teglia di 24 cm di diametro

800 g di mele renette
130 g di zucchero
50 g di uvetta
125 g di farina
2 uova
100 g di burro
1 cucchiaino di lievito in polvere
buccia di limone grattugiata
1/2 cucchiaino di cannella in polvere


Preparazione

Pulite e tagliate le mele a fette non troppo sottili, mettetele in una ciotola spruzzandovi sopra del succo di limone perché non anneriscano. Se potete usate mele renette, sono perette per le torte.

Mettete l'uvetta a bagno nell'acqua, o nel rum, per circa mezz'ora.
Imburrate la teglia e disponete sul fondo le fettine di mela.

Cospargete sulle fette di mele la buccia di limone grattata, due cucchiai di zucchero e l'uvetta strizzata .
Lavorate a crema il burro ammorbidito a temperatura ambiente e lo zucchero.
Aggiungete e incorporate un uovo alla volta e poi la farina setacciata con il lievito e la cannella.
Versate il composto sopra le mele e cuocete per circa 35-40 minuti. 

Spostate la torta nella parte bassa del forno quando la superficie comincerà a dorare.

Potete anche capovolgerla e servire le fette facendo in modo che le mele rimangano in superficie. Se volete potete cospargere un po' di zucchero a velo.




Polpette di tonno facili e veloci da preparare


polpettine di tonno




Vi capita mai di guardare l'orologio accorgervi che sono quasi le sette di sera e non avere idee per la cena?! A me capita spesso, e allora di corsa a cercare la scatoletta di tonno e a preparare una veloce insalatina per mettere a tacere la vostra coscienza e le lamentazioni della vorace e  famelica famigliola?!

Se vi mancano tempo, voglia e gli  ingredienti necessari per mettere in tavola qualcosa di meglio del menù "apri e versa" vi consiglio di sperimentare queste polpettine di tonno.

A noi piacciono molto. Trovo che si sposino benissimo con purè di patate o anche solo con patate lesse servite in insalata.

Si tratta di una ricetta molto veloce e facilissima da preparare. Va benissimo anche come idea svuota frigo per utilizzare avanzi di tono o pane raffermo.



Polpette di tonno facili e veloci da preparare

ingredietni per 4 persone

240 g di tonno in scatola all'olio d'oliva sgocciolato
120 g di pane ammollato nel latte
1 uovo
sale e pepe a piacere q.b.
1 cucchiaino raso di prezzemolo tritato


5-6 cucchiai di pangrattato per la panatura 
la punta di un cucchiaio di curcuma in polvere da unire al pangrattato
olio di arachidi per friggere

Preparazione

Sgocciolate il tonno, strizzate il pane e riducetelo in briciole e versate questi e tutti gli altri ingredienti, compreso l'uovo,  in una terrina. 
Salate e pepate a vostro piacimento, tenendo conto che il tonno in scatola è già abbastanza salato di suo.
Formate delle palline, della grandezza che preferite, e rotolatele delicatamente nel pangrattato.
Scaldate l'olio in una padella antiaderente e fate rosolare le polpette su tutti i lati.
Ponetele a sgocciolare su carta assorbente e servite calde.
Per rendere le polpettine più morbide e gustose potete aggiungere una patata lessa schiacciata con lo schiaccia patate (p.s. aggiunto il 12 marzo). 

Cipolline borettane in agrodolce




cipolline in agrodolce



Le cipolline in agrodolce sono un gustoso contorno, veloce da preparare, molto economico.
Le preparo da anni, da quando provai la ricetta trovata su una rivista di cucina e tutti la adorammo al primo assaggio.

Occorrono pochi ingredienti, molto economici e facilissimi da reperire. 
Si cucinano in 20 minuti circa e possono essere servite come contorno, ma sono anche un ottimo antipasto, di solito servite calde o tiepide.

Cipolline in agrodolce con uvetta

ingredienti per 2 persone


200 g di cipolline borettane 
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 noce di burro (facoltativo - no per i vegan)
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di aceto balsamico
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
40 ml di acqua tiepida
30 g di uva sultanina
1 pizzico di pepe nero
1 pizzico di sale

Preparazione


Pelate, lavate ed asciugate le cipolline.
In commercio, in comode vaschette, potete trovare anche cipolline già pelate.
Mettete l'uvetta a bagno nell'acqua tiepida.
In un tegame antiaderente scaldate 3-4 cucchiai di olio extra vergine di oliva e la noce di burro (quest'ultimo non si mette per la versione vegan).
Versate le cipolline nel tegame in un unico strato.
Fate cuocere per qualche minuto (2-3).
Salate, pepate e aggiungete anche lo zucchero,  coprite con un coperchio facendo cuocere per 10 minuti a fuoco basso.
Mettete il concentrato di pomodoro in una ciotola, aggiungete l'aceto balsamico, l'acqua tiepida e mescolate bene.
Unite la salsina a base di concentrato di pomodoro nel tegame. Coprite e fate cuocere altri 5 minuti. Completate con l'uvetta strizzata e portate a cottura, aggiustando di sale e pepe.
A fine cottura, se  il fondo risultasse troppo liquido, potete alzare la fiamma per farlo restringere un po'.



Plumcake allo yogurt e frutti rossi



plumcake yogurt e frutti rossi


Quest'anno per Carnevale non ho preparato dolci fritti, tipici di questo periodo, non ne avevo molta voglia. 
Grazie alle mie bravissime vicine, però, non sono mancate sulla nostra tavola castagnole e chiacchiere a volontà.
Io ho optato per dolci più light e classici, ho preparato fra l'altro un delizioso e leggero plumcake allo yogurt di cui alcune ore dopo rimanevano solo poche briciole. 
E' stato letteralmente divorato.

La ricetta di questa torta  è una di quelle che si preparano in pochi minuti, potrebbe realizzarla anche un bambino.

La consiglio alle mie lettrici meno esperte in cucina, alle mie amiche che seguono con interesse il blog e non si ritengono in grado , spesso a torto, di preparare nulla di commestibile.

Provate questo plumcake e smetterete di comprare "terribili" merendine confezionate piene di zuccheri raffinati e olio di palma.

Plumcake allo yogurt e frutti rossi

Ingredienti 
per uno stampo classico da plumcake o per 12-15 mini plumcake 

2 uova
200 g di farina 0
250 g di yogurt ai frutti di bosco o agrumi
80 ml di olio di semi di mais
80 g di zucchero
semi di vaniglia o vanillina
1 bustina di lievito per dolci
70 g di frutti rossi disidratati
1 pizzico di sale

Preparazione

Montate leggermente le uova con un pizzico di sale utilizzando una planetaria o lo sbattitore con fruste.Se avete un robot da cucina potete prepararla con quello accorciando ulteriormente i tempi di realizzazione.

Unite olio e yogurt.

In una ciotola setacciate e  mescolate la farina, il lievito e la vanillina, unite anche lo zucchero e i frutti rossi essiccati.

Aggiungete gradualmente il mix di ingredienti secchi a quelli umidi mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Versate il composto in uno stampo per plumcake o in stampini monoporzione imburrati e infarinati.
Cuocete in forno a 180 °c per 30-35 minuti.




Raviole di frolla vegan




raviole vegan per carnevale



Per questa versione più leggera e vegan delle raviole di frolla ho preparato la frolla seguendo la ricetta di veganmania.it che trovate qui.

Da alcuni mesi collaboro con una mia amica alla redazione di questo sito (veganmania.it) di ricette e notizie sul mondo vegan e siamo molto soddisfatte del successo che stiamo ottenendo .

Vi propongo la ricetta delle raviole vegan in modo che anche chi ha escluso dalla propria dieta prodotti di origine animale possa preparare ottimi dolcetti tipici di Carnevale.





Pasta frolla vegan
Ingredienti
300 g farina tipo 2
60 ml di latte di soia
90 ml di olio di semi di mais
120 g di zucchero di canna
un pizzico di sale
qualche goccia di succo di limone

Ripieno delle raviole
marmellata di frutta o mostarda bolognese

Preparazione
Versate il latte di soia, un pizzico di sale e qualche goccia di limone nel bicchiere del minipimer, lasciate agire il limone per 5 minuti, dopo di ché cominciate a versare l’olio a filo ed emulsionate il composto con il minipimer.
Otterrete una maionese vegan, a base di latte di soia e olio, che lascerete riposare in frigo per almeno mezzora.
Versate la farina e lo zucchero in una terrina, unite la maionese e impastate velocemente .
L’impasto dapprima granuloso dovrà essere compattato bene formando una palla.
Se risultasse troppo secco aggiungete qualche cucchiaio di latte vegetale.

Avvolgetela nella pellicola (senza pvc – importante – perché trasuderà molto olio) e ponetela a riposare in frigo per mezz’ora.
Trascorso il tempo di riposo potrete usare la frolla per realizzare biscotti e crostate a vostro piacimento, dovrete infarinare piano di lavoro e mani perché questo tipo di frolla durante il riposo trasuda olio e quando la riprendete risulterà molto unta e un po’ appiccicosa.

Tirate la sfoglia e otterrete circa 12-15 cerchi da tagliare con il coppa pasta rotondo.
Ponete al centro di ogni dischetto di frolla un cucchiaino di marmellata a vostro piacimento o se preferite di mostarda dolce tipica del bolognese.

Spennellate i bordi con un po di acqua e ripiegate i dischetti a metà ottenendo delle mezzelune, sigillatele bene e disponetele in una teglia ricoperta di carta forno.
 Cuocete in forno a 170°c per circa 20 minuti.

La tipica ribollita toscana.





Uno dei primi piatti che ho imparato ad apprezzare in Toscana è stata "la ribollita" perché ancora prima di averla assaggiata aveva  catturato la mia attenzione.

Si compone per la maggior parte di alcuni dei miei cibi preferiti : le verdure, il pane e i legumi.
Quando l'ho mangiatala prima volta mi ha letteralmente conquistata, quell'insieme di sapori mi ha ricordato  un piatto del tutto simile che mia nonna mi preparava quando ero bambina e che amavo tanto, la "minestra di pane".

La ribollita è un piatto tipico toscano a base di fagioli (meglio se cannellini), cavolo nero e verza, ideale sarebbe cucinarla in un tegame di terracotta, ma va bene anche una pentola antiaderente.

Il pane perfetto per la ribollita è quello toscano, cioè senza sale che di solito è venduto in pagnotte, ormai si trova in molti supermercati e forni.In alternativa potete usare qualsiasi tipo di pane tagliato a fette.
Se vi piacciono le zuppe e le minestre la adorerete. In questo periodo dell'anno è un vero e proprio comfort food.

Non lasciatevi impressionare dalla spiegazione che è piuttosto lunga in realtà dopo aver lavato e affettato le verdure, cotto i fagioli ,il più è fatto. 
Se volete fare prima potete usare dei fagioli già pronti in scatola e dei pomodori pelati : spesso faccio anche io così ed il risultato è comunque ottimo.

La ribollita

Ingredienti per 4 persone:
250 g cannellini secchi
100 g cavolo nero
100 g verza ( o bieta)
2 gambi di sedano 
2 carote 
una cipolla piccola
200 g pomodori maturi
1/2  porro
1 spicchio d'aglio
40 ml olio d'oliva
300 g pane raffermo tagliato a fette
timo
1 cucchiaio di sale grosso 
sale fino  q.b.
pepe q.b.
olio extra vergine d'oliva q.b. per completare

Preparazione:
Fagioli secchi e pomodori freschi necessitano di apposite preparazioni con tempi propri. Mentre se scegliamo di usare cannellini in barattolo e pomodori pelati la preparazione risulta più veloce e meno laboriosa. 

I fagioli : vanno tenuti a bagno nell'acqua fredda per 12 ore. 
Poi si mettono in un tegame con abbondante acqua fredda si aggiunge l'aglio con la buccia, una carota sbucciata, un gambo di sedano e timo e si portano ad ebollizione. 
Quando comincia a bollire si abbassa la fiamma e si lascia andare per circa 1 h. 
Un quarto d'ora prima della fine della cottura unire il sale grosso. Scolare i fagioli e tenere il brodo di cottura.

Le verdure : pelare i pomodori e spezzettarli, tritare una cipolla, lavare e tagliare a listarelle il cavolo e la verza, tagliare a rondelle il porro e a tocchetti un gambo di sedano e una carota .
In un tegame far rosolare la cipolla in 40 ml di olio d'oliva e aggiungere sedano, carota e porro. 
Dopo dieci minuti di cottura mettere il cavolo la verza e i pomodori e cuocere altri cinque minuti. 
Salare e pepare.

Prendere metà dei cannellini passarli al passa verdure e aggiungerli al loro brodo di cottura, unirli al resto delle verdure coprire e cuocere a fuoco dolce per circa un'ora. 
Solo dopo un'ora aggiungere i fagioli rimasti interi e cuocere per altri dieci minuti.
In una teglia distribuire strati di zuppa a fette di pane insaporendo ogni strato con pepe e olio. 
A questo punto si può fare un ulteriore passaggio di gratinatura in forno, ma è facoltativo.
Lasciar riposare qualche minuto e servire in ciotoline monoporzione.





Lasagna con zucca e ricotta







Per il pranzo di oggi, domenica , ho preparato questa lasagna vegetariana, più leggera della lasagna classica al ragù, dal sapore delicato ma gustoso. 

Al posto del solito ragù ho utilizzato una farcitura di zucca e ricotta 
Appartenente alla famiglia delle  cucurbitacee, la zucca è comunemente usata nelle cucine di molti paesi del mondo. . Oltre alla polpa , se ne mangiano anche i semi, opportunamente salati. 
E' versatile e si presta a numerose ricette , viene cucinata nei modi più disparati :  al forno, al vapore, stufata , lessa.
Zucca: proprietà ed impieghi della Zucca
Importante ricordare che la zucca,  ortaggio dolce e gustoso, è un alimento  poco calorico e povero di zuccheri, quindi adatta anche alle diete dei diabetici. 

Per questa ricetta potete farla appassire in forno tagliata a tocchetti per circa mezz'ora oppure stufarla in un tegame assieme a del porro che ne esalta il sapore.

Lasagna con zucca e ricotta

ingredienti per 4 persone
12 sfoglie di pasta all'uovo per lasagne
1 kg di zucca tipo violina o napoletana
1 porro
700 g di ricotta fresca vaccina
100 g di parmigiano reggiano grattugiato
3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
sale pepe e noce moscata q.b.
500 ml di besciamella

Preparazione
Pelate la zucca e tagliatela a tocchetti.
Lavate il porro, privatelo delle foglie esterne e del ciuffo verde più duro. Tagliatelo a rondelle.
Fate scaldare 2 - 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva e unite  il porro in un tegame antiaderente.
Lasciate appassire un pochino il porro e unite i dadini di zucca. Fate cuocere per 20 minuti mescolando di tanto in tanto per evitare che attacchi. Se asciuga troppo unite un paio di cucchiai di acqua tiepida durante la cottura.
Quando la zucca sarà cotta fatela intiepidire e schiacciate la polpa con i rebbi di una forchetta. Aggiungete alla polpa di zucca la ricotta e 80 g di parmigiano, salate pepate e aggiungete un po ' di noce moscata a vostro piacere.
Disponete sul fondo di una teglia qualche cucchiaio di besciamella e poi una la sfoglia di pasta all'uovo, alternate strati di sfoglia a strati di composto a base di zucca e ricotta ai quali potete aggiungere un paio di cucchiai di besciamella. Completate con uno strato di composto e della besciamella.
Infornate per circa 20 minuti. Completate facendo gratinare azionando il grill per qualche minuto a fine cottura.



Come realizzare facilmente bellissimi biscotti di frolla decorati.

conetti di carta forno con ghiaccia reale colorata
Per festeggiare degnamente la simpatica vecchietta che la notte del 6 gennaio di ogni anno sfreccia nei cieli di tutto il mondo a cavallo della sua scopa ho preparato dei biscottini di frolla decorati a forma di vecchie calzette rattoppate.

Si tratta di semplici biscotti di frolla da decorare che si preparano con estrema facilità.
Potete trovare la mia ricetta ideale di biscotti di frolla perfetti per essere decorati seguendo questo link del mio blog.

Vi raccomando di non cuocere eccessivamente i biscotti che altrimenti rimangono troppo duri e di non mettere troppo burro nell'impasto perché i biscotti di frolla che si prestano meglio ad essere decorati sono quelli con impasto non troppo ricco di grassi, questi ultimi infatti trasuderebbero rovinando la glassa con cui li andrete a decorare.

Preparate poi dei conetti di carta da forno riempiti con ghiaccia reale di vari colori e liberate la vostra fantasia.

Di seguito trovate il procedimento passo passo da seguire per preparare un perfetto conetto di carta forno .

Conetti di carta da forno


occorrente 

carta forno

riga

matita

spillatrice

forbici

Tutorial passo passo  


Ritagliate un quadrato di carta da forno e tracciatene la diagonale, tagliatelo in due triangoli seguendo la diagonale.

Segnate gli angoli con le lettere A e B sul lato lungo e C sul lato corto, poi sovrapponete il lato contrassegnato con la lettera A al lato C e fate altrettanto con il lato B. (Figura 1)


come fare un conetto di carta forno - figura 1 -
Controllate che la punta del conetto sia ben chiusa. (Figura 2)


come fare un conetto di carta forno  - figura 2  -




 Sempre facendo attenzione che la punta sia ben chiusa,  spillate  gli angoli sovrapposti affinché rimanga chiuso. (Figura 3)


come fare un conetto di carta forno - (Figura 4)






Vi assicuro che la spiegazione è più complessa di quanto sia poi realizzarli veramente.

Una volta riempiti i conetti di glassa o cioccolato fuso potrete divertirvi a decorare i dolci seguendo la vostra fantasia.








biscotti decorati con ghiaccia reale (Figura 6)
Per decorare i biscotti con colori diversi vi suggerisco innanzitutto di tracciare i bordi dei disegni, farli asciugare un po' e poi completare con la glassa di riempimento. (Figura 5 e 6)



biscotti decorati con ghiaccia reale (Figura 5)

















La ghiaccia reale per decorare i biscotti  


La ghiaccia reale è un composto di albume e zucchero a velo molto usato in pasticceria per la decorazione di torte, pasticcini e biscotti. 
E' facile da realizzare e indurisce all'aria. 
Volendo si può colorare con coloranti alimentari in gel o in polvere.

Un importante accorgimento da prendere è di tirare fuori dal frigo l'albume, aggiungervi il succo di limone e lasciarlo a temperatura ambiente almeno un'ora prima di utilizzarlo.(sempre ché non siamo in agosto con 40 gradi all'ombra, allora basta anche meno).
Se avete timori per la salute nell'utilizzare uova crude( un minimo rischio c'è sempre ), in commercio si trovano dei brick con albume pastorizzato: per questa dose dovete pesarne 30 g.

Ingredienti:
1 albume 
2/3 gocce di succo di limone
130 gr di zucchero a velo
la punta di un cucchiaino di cremor tartaro
coloranti alimentari a piacere

Procedimento:
Iniziare a montare l'albume a neve e poi riducendo la velocità del mixer aggiungere lo zucchero a velo setacciato(un cucchiaio per volta).
La ghiaccia per decorare i biscotti è un po' più liquida di quella che si usa in pasticceria per decorare torte e fare ad esempio fiori di zucchero.

Una volta pronta dividetela in tante ciotoline quanti saranno i colori che vorrete realizzare, coloratela e inseritela nei conetti di carta forno ai quali dovrete tagliare un pezzettino di punta per permettere la fuoriuscita della glassa.

Attenzione al pezzetto di carta forno che rimuovete dalla punta dei conetti, buttatelo subito in pattumiera prima che finisca nelle decorazioni dei vostri dolci ;)




Ti piace il mio blog? Votalo su net-parade ! clicca sul banner sotto!

siti web

Trovi le mie ricette su gustosaricerca

Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

Il bloggatore

Petitchef

Ricette di cucina

Riconoscimento Net-parade

sito web

Net parade

indicizzazione nei motori di ricerca

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza

Ho vinto il contest #befanagolosa di Molino Chiavazza
piccole soddisfazioni

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza

Ho vinto il Contest Molino Chiavazza
Grazie!!

Contest "Sulemaniche"

Contest "Sulemaniche"
Sono arrivata tra i finalisti !!